LE 7 COSE CHE I LADRI VOGLIONO CONTINUI A FARE PER POTER RUBARE IN CASA TUA

loading...

ladriQuando si pensa a proteggere la propria casa, probabilmente le prime cose che salatano alla mente sono semplici, come chiudere a chiave la porta e ricordarsi di attivare il sistema di allarme. Ma ci sono alcune cose a cui i ladri fann molta attenzione e a cui non tutti badano. Si potrebbero disseminare indizi su dove sono nascosti gli oggetti di valore, su quando non si è in casa e su come entrare in un appartamento senza neanche rendersene conto. Ma prendendo alcune precauzioni extra si può tenere la famiglia un po’ più al sicuro. Di seguito, una lista di quello che i malintenzionati vogliono che si faccia per rendergli la vita più semplice. 1 Lasciare entrare sconosciuti in casa.

Sembra banale a dirsi, ma è necessario prestare molta attenzione a chi mette piede dentro casa, anche – ad esempio – se si tratta di un idraulico o un elettricista: meglio rivolgersi sempre a persone conosciute e di fiducia. 2 Nascondere la centralina dell’antifurto.Dopo aver installato un sistema di antifurto, assicurarsi che il pannello di controllo e di attivazione non sia visibile agli estranei.  3 Rispondere agli sconosciuti. Se non si aspettano visite, a volte si può anche ignorare chi bussa alla porta.  4 Lasciare le chiavi nel vaso accanto alla porta o sotto allo zerbino.Inutile dirlo, è lì che un ladro le cercherebbe.  5 Lasciare fuori i giocattoli dei bambini. La bicicletta nuova fiammante potrebbe invogliare i ladri a scoprire cosa c’è, all’interno, di maggior valore.  6 Attenzione agli imballaggi. Compri un televisore nuovo? Giusto goderselo in salotto, sbagliato gettare gli imballaggi nel cassonetto proprio sotto casa.  7 Non pubblicare foto delle vacanze sui social. Non si può sapere chi le guarderà e sono il modo più semplice per far sapere che non si è in casa.

 

 

Fonte: Leggo.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...