Di padre in figlio, indagato per concorso in bancarotta De Luca jr.

loading...

de-luca-renzi-670x274-1Tornano ad incrociarsi il nome De Luca e quello di Piazza della Libertà. questa volta, però, il De Luca in questione di nome fa Piero ed il figlio di Vincenzo, detto ‘o Sceriffo, già sindaco comunista di Salerno ed attuale governatore della Campania in quota Pd. Proprio per il rifacimento di Piazza della Libertà, costato otto milioni di euro, solo qualche settimana fa De Luca padre e 21 funzionari comunali sono stati indagati per reati che vanno dal falso in atto pubblico alla turbativa d’asta e al peculato.

È il rampollo del governatore della Campania

Nell’inchiesta che ora riguarda De Luca jr., sua moglie Laura Zanarini ed altre sei persone, per i quali i pmVincenzo Senatore e Francesco Rotondo si accingono a chiedere il rinvio a giudizio per concorso in bancarotta fraudolenta aggravata, la piazza della discordia c’entra perché il fulcro dell’indagine ruota intorno alla Esa Costruzioni dei fratelli Enrico ed Armando Esposito, proprio il gruppo imprenditoriale che si aggiudicò i lavori per rifarne il look. Sotto la lente della Procura è finita la Ifil, ufficialmente una società immobiliare, in realtà una scatola vuota che ha fatturato la bellezza di 772mila euro per consulenze mai effettuate dall’Esa Costruzioni.

 Nel mirino dei pm i viaggi a sbafo di De Luca jr. e consorteMa che cosa c’entra Piero De Luca con l’immobiliare Ifil? Seguendo il flusso di denaro, i magistrati – che in un primo tempo sospettavano che la società servisse a mascherare un giro di tangenti però mai riscontrate – si sono imbattuti nei viaggi in Lussemburgo di De Luca jr. e consorte. Secondo la ricostruzione dei pm, i viaggi – il cui costo è di poco inferiore 25mila euro – costituirebbero «distrazione o dissipazione» dei fondi della società, che insieme ad altre hanno causato la bancarotta. Su questa nuova tegola giudiziaria che si abbatte (stavolta indirettamente) sulla sua persona, il governatore De Luca non ha, al momento, rilasciato commenti.

 http://www.secoloditalia.it/


Seguici su Facebook alla Ns. pagina: QUI SI FA L'ITALIA
dove saranno redatte le novità e gli aggiornamenti di questo Blog



E' gradito un Mi Piace e Condividi....grazie

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *