La triste fine di Chiara: presto andrà in un ospizio per anziani

loading...

chiara_insidioso-2

Chiara Insidioso, la giovane massacrata di botte dal fidanzato nel febbraio 2014 e uscita poi dal coma dopo quasi undici mesi, attualmente ospite presso la Fondazione Santa Lucia, che verrà visitata oggi dal presidente Sergio Mattarella, dal ministro Beatrice Lorenzin e da rappresentanti della Regione, tra meno di un mese finirà in un ospizio per anziani.

Lo denuncia il padre Maurizio, che spiega: “Ho parlato ovunque e con chiunque, alla Camera dei Deputati, con la Boldrini, cardinali, vescovi, vice prefetto, vice presidente della Regione. Sono stanco di dire sempre le stesse cose. Mi hanno detto ‘lei è invitato con Chiara in prima fila, il Quirinale lo sa’, ma io non scendo, lei non è una paziente che può stare ferma un’ora, dopo un po’ inizia a contorcersi per i dolori e le fitte. Se vogliono vengono su loro”.

“Tanti ‘siamo solidali’, e basta” – ha proseguito il padre di Chiara Insidioso, che ha voluto ringraziare i medici della clinica che hanno assistito in tutto questo tempo la figlia – “Se Chiara è un caso unico per la sua gravità, dovevano prendere un provvedimento unico. Qui hanno fatto tanto, la riabilitazione che di norma dura 6 mesi si è protratta per 13, ma lo Stato l’ha abbandonata. Me ne vado nell’ospizio a testa alta, ma conto di portarla fuori dall’Italia”.

 

Un altro triste tassello che si aggiunge a questa vicenda, dopo lo sgomento e le polemiche per l’iter processuale: Maurizio Falcioni, l’ex fidanzato di Chiara, a inizio novembre dello scorso anno è stato condannato in Appello a 16 anni, ovvero quattro in meno rispetto a quelli comminati in primo grado.

http://www.direttanews.it/

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *