Perché si Forma Aria nella pancia? Trucchi per Sgonfiare l’Addome

loading...

aria-panciaLa presenza di gas è un disturbo funzionale, le cui cause possono essere molteplici, che interessa mediamente il 10-15% della popolazione mondiale.

 

Perché si Forma Aria nella pancia? Trucchi per Sgonfiare l’Addome, dato che in effetti molto dipende dallo stile di vita e anche dal regime alimentare adottato. L’aria nella pancia determina fastidio, anche dolore in molti casi, anche se poi molto dipende dalla sensibilità individuale, per cui per alcuni il problema è più serio rispetto ad altri che invece ne risentono meno. Una certa quantità di gas intestinale è fisiologica, nel senso che si forma praticamente sempre perché quasi tutti gli alimenti, chi più chi meno, ne determinano la presenza.  L’organismo è in grado di smaltire naturalmente i gas presenti nell’intestino in quanto, attraverso la mucosa intestinale, vengono immessi in circolo ed eliminati durante il normale scambio gassoso, sempre che si tratti di quantità fisiologiche, ma se in eccesso, queste non potranno essere smaltite e saranno causa di problemi e fastidi anche severi. La presenza di gas è undisturbo funzionale, le cui cause possono essere molteplici, interessa mediamente il 10-15% della popolazione mondiale e si presenta già nell’adolescenza. L’aria che non viene eliminata naturalmente, provoca tensioni all’interno dell’intestino con le conseguenze che un po’ tutti conoscono.

Oltre che allo stile di vita, questo problema può essere riconducibile anche ad alcune patologie come, ad esempio, i diverticoli che sono abbastanza comuni ad una certa età, oppure ad un alterato equilibrio della flora batterica intestinale che influenza seriamente la funzionalità dell’intestino. Ma, come detto in precedenza, molto dipende anche dallo stile di vita, per cui i fumatori sono tra i più colpiti perché ingurgitano di frequente una certa quantità di aria, così come anche chi è abituato a mangiare caramelle o a masticare chewingum che ingerisce, inevitabilmente, oltre alla saliva anche una certa quantità di aria che non ha poi modo di essere eliminata in modo naturale.

 

Vi è poi l’alimentazione, altra causa della presenza di aria nella pancia. Negli anni recenti una ricerca australiana ha stilato una lista completa di alimenti che sono responsabili di questo problema, denominati Fodmap, che è poi l’acronimo di Fermentable Oligo-Di-Monosaccharides and Polyols, che tradotto in italiano vuol dire Oligosaccaridi, Disaccaridi, Monosaccaridi Fermentabili e Polioli, ovvero una serie di carboidrati che si trovano in alcuni alimenti, quali ad esempio il lattosio, il fruttosio, che proprio per il fatto di non essere assorbiti completamente durante la digestione, fermentano e determinano la formazione di gas. Gli alimenti quindi, in base a questa ricerca, si possono dividere tra quelli a basso tenore di Fodmap e quelli che invece sono ad elevato contenuto di Fodmap.

Tra quelli ad elevato contenuto di Fodmap si annoverano gli asparagi, i carciofi, il cavolfiore, le cipolle, le mele, i fichi, il mango, le albicocche, le spezie, alcuni cereali, carne e pesce e buona parte della frutta secca, mentre al contrario, a basso contenuto di Fodmap sono i kiwi, le banane, la lattuga, le carote e anche le patate. Riducendo il consumo di alimenti Fodmap è possibile anche ridurre del 25-30% il problema del gas intestinale, anche se ovviamente si tratta di una cosa più facile a dirsi che a farsi, dal momento che la lista degli alimenti responsabili è decisamente lunga.

Ma come detto in precedenza, molto dipende anche dalla sensibilità individuale. Molti vegetariani e vegani che, ovviamente, consumano molta verdura a foglia larga, cereali e altri alimenti Fodmap, non soffrono di questo problema in quanto la loro flora batterica intestinale è riuscita ad adattarsi a questo tipo di alimentazione. Va anche detto che, i soggetti che non praticano attività fisica regolarmente, sono più esposti al problema, perché non riescono a ripartire correttamente i gas, come avviene invece per coloro che si allenano con una certa regolarità. Vi sono poi alcuni alimenti che sono dei veri e propri antigas naturali, come il finocchio e il cumino, che riescono a ridurre in maniera significativa il problema. In tutti i casi, se si soffre di questo fastidio, è necessario rivolgersi innanzi tutto al proprio medico per escludere altre cause organiche, indipendenti dallo stile di vita.

http://www.tuttasalute.net/

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *