Dal 1° Giugno arriva la nuova tassa, ecco chi dovrà pagarla e quanto ci costerà..

loading...

La diffusione capillare dei servizi Airbnb ha obbligato il Governo Gentiloni ad una serie di misure per regolamentare e tassare il meccanismo che permetteva ad una persona di cercare su internet un alloggio o una camera. Ribattezzata Tassa Airbnb entrerà in vigore dall’1 giugno e varrà anche per bed&breakfast gestiti al di fuori di una partita Iva. Farà riferimento a periodi brevi (non oltre 30 giorni consecutivi) a contratti di sublocazione e il godimento di un immobile a titolo oneroso. È stata introdotta per contrastare l’evasione fiscale e pagare la cedolare secca al 21%. In pratica non potrà più essere pagata inserendo i redditi ricavati da affitti brevi nella dichiarazione su cui si calcola l’imponibile Irpef . Chi affitta e non opta per la cedolare secca ma per la tassazione secondo il regime ordinario, pagherà sotto forma di acconto sull’Irpef dovuta. D’ora in avanti i portali dovranno comunicare i contratti all’Agenzia delle Entrate e lo stesso dovranno fare agenzie immobiliari e intermediari che consentano di arrivare alla stipula di un contratto di affitto breve. La nuova tassazione non vale per affittacamere, agriturismi, bed&breakfast gestiti con partita Iva e attività ricettive gestite da imprese.

 

FONTE http://www.curiosauro.it/

Potrebbero interessarti anche...

loading...