Ritrovano una montagna di soldi in un bunker segreto. La paradossale scoperta degli agenti.

loading...

Un imprenditore della Brianza dichiarava di essere “nullatente”, ma dopo le indagini della guardia di finanza si è potuto constatare che disponeva di un patrimonio pari a 1,8 milioni di euro. Il 45enne aveva addirittura creato un caveau dove nascondere le banconote.

Non è la prima volta che l’imprenditore finisce nel mirino della guardia di finanza, già in un’indagine condotta tra il 2014 e il 2015, gli ufficiali avevano sequestrato all’evasore fiscale “recidivo” un cospicuo patrimonio illecito. Gli erano stati sequestrati 2 appartamenti e 4 box del valore di 400mila euro, intestati alla moglie. L’imprenditore non aveva mai versato imposte né contributi ai suoi dipendenti evadendo sistematicamente il fisco per anni.

A distanza di tre anni, l’imprenditore è finito di nuovo sotto l’occhio dei finanzieri di Monza. Come ha riportato Repubblica, dopo una verifica nei confronti della ditta, intestata ufficialmente alla madre, ma gestita dall’imprenditore, gli ufficiali hanno scoperto che non erano mai state presentate le dichiarazioni fiscali e pagate le imposte pari ad un milione di euro.

L’imprenditore aveva investito il patrimonio in 6 immobili e aveva conservato il resto dei soldi in un bunker segreto occultato dietro un ascensore, del ristorante di sua proprietà. Per contare il denaro, di oltre 1,4 milioni di euro, nascosto nel nascondiglio segreto, gli ufficiali giudiziari hanno impiegato 8 giorni.

LaRepubblica

L’imprenditore è stato ritenuto “socialmente pericoloso” dal tribunale di Milano e sta scontando 2 anni di sorveglianza speciale con l’obbligo di soggiorno nel comune di residenza, mentre i beni confiscati sono stati destinati a usi pubblici per la collettività.

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *