Ecco i cibi da mangiare per prevenire l’Alzheimer - Euroxweb

Ecco i cibi da mangiare per prevenire l’Alzheimer

loading...

Mangiare cibi più croccanti e più difficile da masticare – come facevano i nostri antenati per intenderci – potrebbe prevenire l’Alzheimer e altre malattie cognitive, secondo un nuovo studio. C’è un filo sottile che lega l’alimentazione alle funzioni cognitive. E’ infatti scientificamente provato che gli alimenti che riempiono le nostre tavole, giorno dopo giorno, contribuiscono a sostenere le cellule del nostro cervello e possono essere essere responsabili di alterazioni che ne compromettono il corretto funzionamento, talvolta in modo irreversibile. Secondo questo nuovo studio i moderni cibi morbidi, spesso addirittura liquidi, danneggiano la memoria e la funzione dell’apprendimento, aumentando il rischio di malattie come l’Alzheimer. “Le alterazioni dovute alla dieta cominciano a danneggiare il cervello 10-20 anni prima che la patologia si manifesti” chiarisce Lorena Perrone, ricercatrice italiana impegnata all’Università di Poitiers.

Loading...
Sono stati effettuati esperimenti sui topi che dimostrano quanto l’alimentazione sia fondamentale. I topi a cui veniva somministrato cibo in polvere crescevano con mascelle meno forti – e meno neuroni nell’ippocampo, la parte del cervello che controlla la memoria a lungo termine. Secondo il gruppo di ricerca, questo suggerisce che masticare potrebbe essere funzionale alla prevenzione di demenza, disfunzioni della memoria e dell’apprendimento. L’atto della masticazione protegge infatti i neuroni spingendo il flusso sanguigno al cervello. Recentemente gli studiosi hanno affermato che la frequenza della masticazione si è ridotta drasticamente negli ultimi anni, in aggiunta ai cambiamenti delle abitudini alimentari. Il professor Takashi Ono, del Tokyo Medical and Dental University, ha affermato: “La masticazione è una funzione orale indispensabile in relazione alla salute fisica, mentale e sociale durante tutto l’arco della vita”. Aggiungendo, “gli anziani tendono ad avere una disfunzione masticatoria a causa della perdita dei denti e dell’indebolimento dei muscoli della mascella per l’invecchiamento, con potenziali conseguenze sulle funzioni cognitive”. Addio brodino e benvenuta pizza, è per il nostro bene.

Lavinia C.

Potrebbero interessarti anche...