Abusava della figlia 20enne da quando ne aveva 8

loading...

12825182_10209041902755325_403434859_nUn taxista milanese di 56 anni aveva trasformato la vita di sua figlia in un vero e proprio incubo. Da quando la giovane, oggi 20enne, aveva 8 anni l’uomo ha iniziato ad abusare sessualmente di lei. Uno scempio andato avanti in tutti questi 12 lunghi anni fino a poche settimane fa. Soltanto ora infatti la ragazza ha trovato la forza e il coraggio per denunciare l’uomo che nel tempo aveva praticamente convinto la ragazza che queste pratiche rientrassero nel normale rapporto affettivo padre/figlia. Le violenze erano iniziate quando la mamma della piccola se ne era andata di casa lasciando marito e bimba a loro stessi.

Dopo l’arresto sono emersi ulteriori particolari come il fatto che l’uomo da quando la figlia aveva compiuto i 14 anni aveva iniziato a pagarle per le sue prestazioni sessuali. La tariffa era di 3 euro per ogni rapporto sessuale oltre a qualche regalo come il modem per connettere il computer ad internet. La ragazza ha poi spiegato agli inquirenti di come il padre avesse iniziato a controllarla dopo aver intuito che lei stava raccontando gli abusi ad alcuni amici.

L’uomo non solo passava al setaccio quotidianamente email e telefono, ma aveva anche minacciato di fare del male a tutti coloro con i quali si fosse confidata. Un tentativo di tenerla sotto scacco che per fortuna è fallito.

http://www.direttanews.it/

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *