“Hai saltato la fermata”, studente prende a calci e pugni l’autista Actv

loading...

autobus-actv-lido-venezia-21„L’aggressione nel primo pomeriggio di lunedì all’altezza di via Fapanni. Il conducente ha raggiunto il pronto soccorso, mentre il giovane è sceso dal pullman e si è allontanato“
Non accade solo in provincia di Treviso, è successo anche da noi. E di recente. Continuano gli episodi di aggressioni ai conducenti degli autobus Actv, dopo che mercoledì mattina un 19enne sandonatese ha aggredito l’autista di un pullman della compagnia Mom sul Terraglio in provincia di Treviso (DETTAGLI). La Marca e il territorio lagunare sembrano accomunati da un unico malcostume, ossia quello di alzare spesso e sovente le mani contro chi sta solo facendo il proprio lavoro.

L’ennesimo preoccupante episodio “veneziano”, che fa il paio con quanto accaduto sul Terraglio, si è registrato nel primo pomeriggio di lunedì all’altezza di via Fapanni a Martellago. Uno studente, o comunque un giovane che si trovava a bordo della linea 11 in direzione Scorzè, a un certo punto va su tutte le furie. Accusa l’autista di aver saltato la fermata. Si tratta di una di quelle corse che partono dal capolinea di Mirano per riportare a casa gli studenti degli esercizi scolastici che risiedono tra Maerne, Martellago e Scorzè. All’inizio l’ira del giovane si limita a parole molto “colorite”, ma è questione di attimi.
Poi perde completamente il controllo e inizia a diventare manesco, al punto da prendere a calci e pugni il conducente. Davanti agli altri passeggeri che certo non si aspettavano questo fuori programma. Il ragazzo dopo l’aggressione scende dall’autobus e si allontana a piedi, facendo perdere le sue tracce. La corsa viene fermata e sul posto intervengono i carabinieri, i quali raccolgono le testimonianze dei presenti per cercare di far luce sulla vicenda. Il colpevole in ogni caso povrebbe essere individuato a breve. O almeno d’aiuto dovrebbero rivelarsi le telecamere a circuito chiuso installate a bordo del pullman. Il dipendente Actv, alle prese con i traumi, si è riservato di raggiungere il pronto soccorso per farsi refertare. Rifiutando l’intervento di un’ambulanza del 118 sul posto. Un episodio che ha avuto una forte eco e che fa il paio con quanto accaduto meno di 48 ore dopo nella Marca.
http://www.veneziatoday.it/


Seguici su Facebook alla Ns. pagina: QUI SI FA L'ITALIA
dove saranno redatte le novità e gli aggiornamenti di questo Blog



E' gradito un Mi Piace e Condividi....grazie

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *