Incidente di Mileto: eseguite le autopsie

loading...

incidente-gioia-tauro-696x458GIOIA TAURO – E’ stata eseguita nella giornata di ieri l’autopsia sui corpi di Marzio Canerossi, Fortunato Calderazzo, Francesco Carrozza e Giuseppe Speranza, i quattro ragazzi di Gioia Tauro che martedì mattina all’alba sono morti in un incidente nella corsia sud dell’autostrada all’ingresso della galleria di Mileto.
Il lavoro del medico legale si è concluso nella tarda serata di ieri. Gli esami dovrebbero fornire nuovi elementi sulla dinamica dell’incidente, su come i corpi siano stati travolti e se il conducente della fiat 500 x rossa sia stato colto da malore.

 

Le indagini

Non avrebbe fornito elementi utili alle indagini (effettuate dalla Stradale di Vibo e coordinate dal sostituto procuratore Benedetta Callea) l’autista del camion che non è riuscito a evitare l’impatto dopo che l’auto aveva già violentemente colpito il muro della galleria. L’uomo, il cui nome è stato iscritto nel registro degli indagati, avrebbe detto di aver visto improvvisamente una “nuvola bianca” e poco altro. Qualche informazione in più potrebbe arrivare dall’esame delle immagini delle postazioni di videosorveglianza installate lungo l’autostrada.   Oggi i corpi di Marzio, Fortunato, Francesco e Giuseppe sono rientrati a Gioia Tauro dove domani alle 15.30 saranno celebrati i funerali nella chiesa Maria SS di Porto Salvo.

Gioia Tauro in lutto

Da due giorni la città vive in un clima quasi surreale, l’intera comunità stenta a riprendere il normale ritmo di vita quotidiano. Sono migliaia le persone che si sono strette intorno ai familiari delle vittime e per il giorno dei funerali è stato proclamato il lutto cittadino. I social network hanno come spesso accade evidenziato la parte migliore e quella peggiore dell’animo umano: ai tanti pensieri di cordoglio e preghiera pubblicati si sono sommate un paio di foto evitabili e di cattivo gusto, caricate online da sciacalli anonimi che amministrano alcune pagine facebook.

Il messaggio del vescovo

Ieri pomeriggio anche il vescovo Milito ha manifestato pubblicamente il proprio cordoglio ai familiari dei quattro ragazzi. “Il Vescovo mons. Francesco Milito – si legge nel messaggio – e la comunità diocesana di Oppido-Palmi si uniscono al dolore che ha colpito all’improvviso la serenità e la pace domestica di quattro famiglie della comunità di Gioia Tauro. Il cordoglio e la vicinanza si fanno più forti ed affettuosi per l’età e il numero delle vittime e per questo raccomandano al Signore i genitori, i parenti, gli amici per queste persone care. Chiedono al Dio della Vita e di ogni consolazione di sostenere, in queste ore così dense di sofferenza, i sentimenti feriti e assicurano la vicinanza più affettuosa e solidale. Possano essere già accolti queste giovani vite nel Regno della Pace e della Verità per godere per sempre della visione divina. Il triste evento necessita del ricordo di tutte le vittime di incidenti stradali perché non cadano nell’indifferenza della comunità cristiana e delle Istituzioni civili le stragi che si consumano sulle strade e dell’importanza della sensibilizzazione ai valori della vita e della sicurezza stradale affinché tali episodi non si ripetano”.

http://www.inquietonotizie.it/


Seguici su Facebook alla Ns. pagina: QUI SI FA L'ITALIA
dove saranno redatte le novità e gli aggiornamenti di questo Blog



E' gradito un Mi Piace e Condividi....grazie

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *