Dopo aver perso la madre per un Cancro al seno, a 18 anni, inventa un reggiseno che salverà milioni di donne

loading...

Julian Rois Cantu aveva solo 13 anni quando alla madre venne diagnosticato, per la seconda volta, un cancro al seno. La battaglia non era dunque finita ma la donna non riuscì a portare avanti la chemioterapia: come dice lo stesso Julian, non ha soltanto perso entrambi i seni, anche la vita.

L’esistenza dell’adolescente cambiò radicalmente dopo il lutto e volse quasi totalmente all’approfondimento di un tumore che colpisce un numero troppo elevato di donne perché spesso la diagnosi viene fatta in ritardo. Spinto dalla perdita della madre, a 18 anni inventa un reggiseno che monitora lo stato di salute delle mammelle.

Molte donne si sottopongono regolarmente alla mammografia, ma sono i piccoli cambiamenti giornalieri ad essere cruciali.

Per questo la necessità di un reggiseno tecnologico in grado di monitorare eventuali cambiamenti nel seno grazie a 200 sensori.

Il reggiseno va indossato una volta a settimana per un’ora: in questo tempo viene scansionata l’area di contatto, misurata la sua temperatura e l’afflusso di sangue.

Tutte le informazioni raccolte vengono inviate ad un’applicazione installabile su Pc o smartphone, grazie alle quali la donna può venire a conoscenza di eventuali cambiamenti anomali e prendere provvedimenti.

L’idea è piaciuta agli investitori: il reggiseno oggi è un marchio, si chiama Higia e promette di salvare la vita di milioni di donne.

Julian ha fondato l’azienda che promuove il prodotto a soli 17 anni: insieme ad altri colleghi coetanei spera di poter portare in commercio questo utilissimo dispositivo che potrebbe fare la differenza nella lotta contro il cancro al seno.

Anche noi speriamo che un’idea come la sua abbia la giusta visibilità e che sia resa disponibile al più presto!

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *