Santarelli, il dramma privato La vita stravolta dai medici: “Suo figlio…”, da brividi

loading...

Un dramma famigliare per la bella Elena Santarelli e suo marito Bernardo Corradi. La showgirl pubblica una foto di schiena di Giacomo, suo figlio più grande (ha anche una bimba piccola), e scrive un post commovente. E’ lei stessa che decide di condividere questo momento doloroso con i suoi fan. “Il 30 novembre è  come se io e mio marito avessimo ricevuto un pugno nello stomaco senza preavviso, un pugno così forte che ti toglie il respiro e ti gela il corpo all’istante”.

Si tratta – spiega – di una “diagnosi che un genitore non vorrebbe mai sentirsi pronunciare dai medici ma con cui abbiamo dovuto cominciare a farci l’abitudine, non voglio entrare nei particolari ma voglio solo dire grazie a tante persone, incominciando dal dottor Marras e a tutta la sua equipe, alla dottoressa Angela Mastronuzzi (per noi diventata solo “Angela “) a tutto il gruppo di infermieri del bambin Gesù che amorevolmente ci hanno seguito, al nostro pediatra e amico il Prof.Luigi Giannini, al dott. Savastano che intuì insieme al mio istinto materno che bisognava andare a fondo”.

Elena ringrazia anche la sua la mia famiglia e quella di suo marito Bernardo Corradi. E tutte “le mamme che ho conosciuto in quel reparto, ecco solo voi forse avete capito realmente come mi sentivo e come mi sento perché come me ci state passando…”.

La Santarelli riesce a essere positiva anche in questa occasione: “Questa battaglia la faremo tutti assieme e sicuro la vinceremo! Energia positiva genera energia positiva”. La showgirl pubblica poi i link delle iniziative che ora ha nel cuore. Si tratta di progetti per la cura dei tumori e a supporto dei reparti di oncologia infantile.

http://www.progettoheal.com/

http://www.ilmondodimatteo.com/

https://www.iragazzidellaluce.org/

Nel pomeriggio, sempre a Instagram, la Santarelli ha affidato una precisazione: “A tutti i siti che riprendono il mio post aggiungendo frasi ‘il figlio della Santarelli gravemente ammalato’ voglio dirvi che non ho le parole per descrivervi, io non sono entrata nel particolare del nostro problema. Come altre migliaia di famiglie abbiamo un problema da risolvere e lo risolveremo, mio figlio è  bello forte e solare come sempre e noi genitori siamo i primi a guardarlo come un bimbo normale, non lo guardiamo con gli occhi del “malato “, quindi se potete cercate di portare rispetto a 360 gradi ed utilizzate parole appropriate, grazie!”. liberoquotidiano.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...