Trova un bradipo abbandonato sulla spiaggia, ma arriva in tempo e gli salva la vita

loading...

Ciao, ti salverò, piccolo“: sono state queste le parole teneri ed eroiche che Dirk Morgan ha pronunciato in un bellissimo video di salvataggio.

In questo video, Morgan e la sua compagna Lori insieme ad altre due persone si avvicinano a un giovane bradipo che piange e che pende da una roccia ed è in procinto di morire. Il gruppo stava esplorando la spiaggia della Costa Rica dopo che l’alta marea aveva portato via quasi ogni cosa.

Un giorno fortunato per questo cucciolo che è stato trovato sulla spiaggia questa mattina prima che cadesse in mare e le onde lo portassero via“, ha scritto Morgan su Facebook. “Un piccolo bradipo è sopravvissuto all’alta marea, abbiamo sciacquato l’acqua salata dal suo muso e l’abbiamo portato in un ricovero per animali; sembra che stia bene e che sia felice di essere stato salvato“, ha aggiunto in seguito.

Questi animali, presenti in America centrale e meridionale, si muovono lentamente, si spostano spesso da un albero all’altro e vi si appendono; nessuno sa come questo bradipo sia finito vicino all’acqua su una roccia.

La coppia, responsabile del “Morgan’s Jungle Lodge”, afferma che c’erano cani selvatici che vagavano per la zona. I due hanno deciso di mettere il bradipo in una scatola con un asciugamano caldo e di tenerlo al sicuro finché non avessero trovato un rifugio per animali.

Ora che si trova ospite di una squadra di soccorso per animali, il dolce bradipo sarà rimesso in libertà dove si trova, in salute e pronto a continuare la vita da solo.

“Mi sento fortunato che questa straordinaria creatura sia entrata nella mia vita e di essere riuscito a fare una grande differenza nella sua”, ha concluso Morgan.

Essere responsabile del salvataggio di un essere vivente in modo che possa continuare le sue avventure nel mondo dev’essere motivo di grande orgoglio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...