IL CODICE BELLOMO SUL DRESS CODE DELLE ASPIRANTI MAGISTRATE

loading...

Dice il dott. Bellomo al “Corriere” che il suo è un metodo scientifico, e pare stupito dal fatto che qualcuno trovi strano o illegale imporre alle aspiranti magistrate un dress code provocante (feste private) o castigato (convegni ufficiali) nonché una cernita delle relazioni private con la sanzione del pubblico ludibrio. Le sue regole codificano il non detto della società italiana: sirena in privato, suora in pubblico, fidanzata col figlio del padrone se possibile, comunque sottomessa al capo e guai a sgarrare, che basta un niente e ti ritrovi sputtanata. Anche la magistratura sembra condividere, visto che Bellomo resta al posto suo da mesi, e mezzo Consiglio di Stato ha votato in suo favore.

Potrebbero interessarti anche...

loading...