MANNAIA SUL LAVORO NERO: 21 ATTIVITÀ SOSPESE, SCOPERTE AZIENDE CINESI FANTASMA

loading...

lab-cinese-3-768x432

 

INDAGINI – I carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro e gli ispettori della Direzione territoriale in due mesi hanno trovato 68 persone che erano impiegate senza contratto. Numerosi gli accertamenti nei night club. Ventidue le persone denunciate per violazioni di varia natura

Ventuno attività sospese in due mesi per dipendenti fantasma: 68 le persone che sono state trovate al lavoro senza un contratto. Ventidue i titolari di imprese denunciati per violazioni che vanno dallo sfruttamento del lavoro clandestino e minorile alla sicurezza. In sintesi questi gli esiti di una massiccia attività svolta dai carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro e dagli ispettori della Direzione territoriale del lavoro di Macerata.

 Blitz contro il lavoro nero: tra gennaio e febbraio i carabinieri del Nil e gli ispettori della Direzione territoriale del lavoro hanno svolto una serie di accertamenti che hanno portato a una raffica di denunce e di sospensioni di attività. In particolare i carabinieri hanno individuato due laboratori manifatturieri cinesi, tra Civitanova e Morrovalle che erano completamente sconosciuti con il 100 percento di lavoratori in nero.I controlli hanno riguardato anche imprese italiane (in particolare nel campo della ristorazione) e pakistane. I militari hanno poi svolto accertamenti in quasi tutti i night club della provincia. 80 i lavoratori identificati tra addetti e figuranti di sala: 22 persone erano al lavoro senza un contratto. Alcuni gestori sono stati denunciati per aver impiegato personale straniero senza permesso di soggiorno per il lavoro e per inadempienze sulle normative riguardanti la sicurezza. Nel complesso sono state fatte multe per 150mila euro. In questi mesi è stata inoltre conclusa una attività d’indagine iniziata nel novembre del 2015 relativa al centro commerciale cinese di Civitanova. Sono stati trovati 5 lavoratori in nero e il titolare è stato denunciato per aver impiegato una ragazza di 16 anni che non aveva completato l’obbligo scolastico.Uno dei laboratori dove sono stati svolti gli accertamenti.

www.cronachemaceratesi.it

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *