VIDEO – “Lo abbiamo dovuto decapitare” L’ospite inatteso in giardino

loading...

Uscire in giardino e imbattersi in un serpente velenoso dall’aspetto non proprio rassicurante. Per la precisione, in un mocassino acquatico, noto anche come bocca di cotone, appartenente alla famiglia dei Viperidi e diffuso nella parte orientale degli Stati Uniti. E’ quanto accaduto a Jill-Scott Mollett a pochi metri dalla sua abitazione di Sunnyvale, in Texas. Lui e i suoi familiari non si sono fatti prendere dalla paura e, armati di un’accetta, lo hanno letteralmente decapitato. Documentando il tutto in un video che sta facendo il giro del web, attirando non poche critiche da parte soprattutto di animalisti e ambientalisti.

Nel filmato, pubblicato all’inizio di questa settimana dal signor Mollett sul suo profilo Facebook, si vede il serpente con la testa mozza che si muove ancora per qualche istante e poi si “blocca”. Poco lontano si vedono segni e tracce di sangue a terra. L’uomo ha raccontato che le sue due figlie si erano accorte del pericolosissimo rettile mentre passeggiavano in giardino. E spiega che la “decapitazione” è stata necessaria e inevitabile, per evitare il rischio di un morso letale. “Alle ragazze – ha raccontato nel suo post – è piaciuto soprattutto quando la testa mozza ha continuato a cercare qualcosa da mordere, prima che morisse definitivamente”.

Apriti cielo. Sul web si è scatenata una valanga di critiche. “Spero che i suoi figli diventino adulti migliori di quelli che lei sta cercando di crescere”, ha commentato un utente. E molti altri hanno parlato di una “vergognosa uccisione”. Ma c’è anche chi si è mostrato più “conciliante”: “Penso che molti di voi – ha scritto un tale – non si rendono conto di quanto siano pericolosi questi serpenti. Mettetevi per un momento nei loro panni”.

ATTENZIONE: IMMAGINI FORTI

Potrebbero interessarti anche...

loading...