Robbie Williams shock: “Una malattia tenta di uccidermi”

loading...

Il male oscuro, la depressione, colpisce anche gli uomini. E non ne sono immuni neanche le celebrità. Dopo il caso emblematico di George Michael (e prima di lui, Robin Williams), ecco arrivare la confessione shock di un altro vip.Questa volta si tratta di Robbie Williams che, dopo aver ammesso di aver fatto uso di droga in passato, oggi in una intervista al ‘Sun’ ha fatto un’altra dura ammissione: “Ho una malattia nella mia testa che tenta di uccidermi”.

 

Questa malattia a volte mi travolge – ha raccontato – mentre altre è uno strumento che mi aiuta a salire sul palco. A volte vivo nella mia beatitudine ed è meraviglioso, ma più spesso sono umano e devo affrontare dei problemi“.

Insomma, anche l’ex Take That sta facendo i conti con la depressione. La presa di coscienza, però, è arrivata solo dopo la morte dell’amico e collega George Michael che si suicidò il giorno della vigilia di Natale del 2016.

Mi manca, vorrei che fosse qui. Il 2016 è stato un anno terribile – ha dichiarato – molti eroi sono scomparsi e ti rendi conto che non sei immortale. Quando arrivi a 43 ti rendi conto di non essere invincibile. D’ora in poi mi prenderò cura di me con molta più attenzione“.

E fortunatamente può contare sulla moglie, l’attrice statunitense Ayda Fied con cui è sposato dal 2010 e dalla quale ha avuto due figli.

Si è presa cura di me – ha ammesso l’artista – e mi ha dato esattamente ciò di cui avessi bisogno: un po’ d’amore. Ha visto il mio peggio al primo appuntamento. Ma la cosa interessante è che le è piaciuto“.

Potrebbero interessarti anche...

loading...