In Giappone arrivano le patatine fritte al ragù alla bolognese

loading...
La McDonald’s ha deciso di lanciare in Giappone un nuovo piatto a base di patatine fritte condite con salsa alla bolognese. Ma quanto di italiano c’è in questa pietanza?  In principio fu l’Australia. Enzo Cucinotta, chef italo-australiano di “Enzo’s Pizzeria”, locale di Melbourne, si era inventato l‘Italian Snack Pack: patatine fritte con ragù alla bolognese.Oggi ci provano i Giapponesi, o meglio i locali nipponici della catena McDonald’s. Si chiama ‘Kaketemiiyo Cheese Bolognese’ e sono proprio patitine fritte con il ragù alla bolognese. O almeno per tale viene spacciato.

Sì, perché di ‘bolognese’ questo sughetto ha ben poco. Viene preparato infatti con pomodori, carne di maiale e di manzo, aglio, pepe e cipolle caramellate. Con questa salsina vengono poi conditi i bastoncini di patatine fritte. A completare il piatto ci pensa il formaggio fuso cheddar.

 

Le patatine fritte al ragù bolognese, fa sapere la famosa catena di fast food, saranno lanciate a breve e in ‘edizione limitata’: i Giapponesi potranno mangiarle soltanto per pochi mesi e al prezzo di 390 yen, ovvero 3 euro circa.

 

Insomma, la cucina italiana continua ad essere la più apprezzata, ma anche la più (maldestramente) copiata. Di recente, infatti, i menu esteri si sono arricchiti con pietanze servite come italiane, ma che di italiano hanno poco: se i singoli ingredienti, infatti, potrebbero essere usati nella cucina nostrana, è la loro unione in un unico piatto a far storcere il nostro naso e a mandare in tilt le nostre papille gustative.

 

Potrebbero interessarti anche...

loading...