Lo sapevi che l’attacco cardiaco e l’acqua vanno di pari passo? Leggi attentamente…

loading...

Lo sapevi che l’attacco cardiaco e l’acqua vanno di pari passo. Quante persone conosci che dicono: Non voglio bere acqua prima di andare a letto, perché dovrò alzarmi durante la notte per andare in bagno…?

Non lo sapevo! Ho chiesto al mio dottore perché la gente fa molta pipì durante la notte. Il dottore mi ha risposto che una gravità cardiaca trattiene l’acqua nella parte inferiore del corpo e quando si trova in posizione verticale le gambe si gonfiano. Quando ti sdrai, la parte inferiore del corpo (gambe, ecc. ) sono all’altezza dei reni, ed è allora che i reni eliminano l’acqua perché è meno faticoso.

Sapevo che ci vuole il minimo d’acqua per aiutare a rimuovere le tossine dal corpo. Quello che non sapevo è, che l’acqua potabile in un determinato momento massimizza la sua efficacia nel corpo, e il tempo giusto per bere acqua è:

  • 2 bicchieri d’acqua dopo il risveglio; aiuta ad attivare gli organi interni.
  • 1 bicchiere d’acqua 30 minuti prima di un pasto, aiuta la digestione.
  • 1 bicchiere d’acqua prima di fare un bagno, aiuta a abbassare la pressione sanguigna.
  • 1 bicchiere d’acqua prima di andare a letto, evita ictus o attacco di cuore.

Posso anche aggiungere questo: il mio medico mi ha detto che bere acqua prima di dormire aiuterà anche a prevenire i crampi alle gambe. I muscoli delle gambe sono alla ricerca di idratazione e da lì i crampi ti svegliano.

Il Dott. Virend Somers, cardiologo, è l’autore principale della relazione del 29 luglio 2008 sul Journal of the American College of cardiology e dice:

La maggior parte degli attacchi cardiaci si verificano durante il giorno; di solito tra le 6 e la mezza giornata. Se dovesse verificarsi di notte, quando il cuore deve essere nel più grande riposo, significa che è successo qualcosa di strano. Somers e i suoi colleghi hanno lavorato per un decennio per dimostrare che l’apnea del sonno e russare sono i colpevoli. Se prendete un’aspirina una volta al giorno, prendetela di notte.

Il motivo:

L’aspirina, ha una “vita media” di 24 ore, quindi se la maggior parte degli attacchi cardiaci si verificano nelle prime ore del mattino, l’aspirina sarebbe più concentrata nel sistema circolatorio.

Una cosa che è bello sapere per poter aiutare noi stessi: Bayer sta facendo aspirine di cristallo per scioglierle immediatamente sotto la lingua. Queste hanno l’effetto molto più velocemente delle compresse.

Perchè tenere l’aspirina vicino al letto? Per gli attacchi al cuore! Se questo accade, sciogliere immediatamente due aspirine in bocca con un pò d’acqua.

Ci sono altri sintomi di un infarto, oltre al dolore al petto e al braccio sinistro. Si deve anche tenere conto di un intenso dolore alla mascella destra e/o al collo, nonché nausea e molta sudorazione; tuttavia, questi sintomi possono anche non accadere frequentemente. Può anche succedere che non ci sia dolore al petto durante un infarto. La maggior parte delle persone (circa 60 %), che ha avuto un infarto durante il sonno non si sono svegliati.

Tuttavia, se questo si verifica con dolore al petto, questo può svegliarlo dal suo sonno profondo. Allora chiamate subito un vicino di casa o un membro della famiglia che vive molto vicino.

Dica: “attacco al cuore”. Sedetevi su una sedia o su un divano vicino alla porta principale, aspetti il suo arrivo e… occhio… non sdraiatevi!

Se ogni persona dopo aver letto questo articolo, lo condividesse con i suoi amici, probabilmente diverse vite potrebbero essere salvate!

Potrebbero interessarti anche...

loading...