Juventus, Allegri: “Non è finita anche se battiamo l’Atalanta”

loading...

Il tecnico: “Il Napoli può arrivare a 100 punti, non dobbiamo mollare l’osso. Pjanic torna al 99,9%, Dybala ha bisogno di giocare

 

 “Quando si fanno i conti, vengono fuori i contadini”. Massimiliano Allegri ci ha preso gusto e il suo proverbio lo ripete ancora una volta. È la vigilia di Juventus-Atalanta, il tecnico la vive da primo in classifica, eppure il suo atteggiamento non cambia: “Bisognerà essere bravi a non mollare l’osso, però bisogna fare un passetto alla volta, perchè il Napoli è lì, ha un solo punto di ritardo e non è tagliato fuori, ha grandi possibilità di vincere lo scudetto perchè c’è ancora lo scontro diretto e noi abbiamo molte partite difficili. Il Napoli può arrivare a 100 punti e al momento la quota è quella, anche se battiamo l’Atalanta non dobbiamo esaltarci”

L’Atalanta è una delle squadre che fisicamente ci impegna molto, oltre che tecnicamente. Ha una rosa di giocatori che si equivalgono tutti e poi ha in tutti i giocatori delle caratteristiche ben precise, sono tutti fisici e che hanno della buona tecnica. Gli infortunati? Quelli non disponibili sono Cuadrado e Bernardeschi. Vediamo Alex Sandro che era un pochino affaticato e quindi valuterò. Poi gli altri stanno tutti bene”

 

“Pjanic, al 99,9%, dovrebbe rientrare. Dybala ha bisogno di giocare, devo valutare tra Higuain, che ha preso un’altra botta, e Mandzukic, che sta meglio. Douglas Costa deve fare gli straordinari. In difesa stanno tutti bene. Il rigorista? È Dybala, poi se vogliono cambiare durante la partita me lo dicono e decido io. Higuain assist-man? È un giocatore straordinario, ha tempi di gioco e una qualità tecnica tra i migliori al mondo. Le cose che fa sono straordinarie, anzi ne ha fatte anche poche”

 

“In questi tre anni, perché il quarto lo valuteremo a fine stagione, mi sono divertito molto, la società mi ha sempre messo a disposizione una rosa importante. I ragazzi mi e ci hanno regalato sempre grandi soddisfazioni. Dobbiamo continuare, quello che abbiamo fatto rimane nella storia della Juve, se vogliamo continuare a starci dobbiamo continuare su questo piano”.

 

 

http://www.premiumsporthd.it/

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...