La figlia di Al Bano e Romina: “Da bambina ho atteso invano il ritorno di Ylenia”

loading...

Intervistata dal settimanale Chi, Romina Carrisi Power ha parlato della sua vita a 360°: “Sono contenta che mamma e papà siano tornati a lavorare insieme”

Non è solita parlare di sé, della sua vita e di quelle persone che le stanno intorno, ma questa volta Romina Carrisi Power, la figlia appunto di Al Bano e Romina Power, ha deciso di raccontarsi in una sofferta intervista.

Dopo aver parlato dei suoi progetti (ora vive a Cellino e si occupa dell’export dei vini delle Tenute Al Bano Carrisi), Romina, con il settimanale Chi, parla per la prima volta della ritrovata pace fra i suoi genitori che ha acceso la fantasia dei fan su un ritorno di fiamma. La figlia di Al Bano e Romina Power spiega di aver smesso di sperare che si ritrovassero anche come coppia: “È successo quando ho deciso di farmi una mia vita e di uscire dallo ‘status’ di figlia. Capisco che la loro storia sia anche la proiezione di un sentimento popolare e che rivederli insieme regali l’illusione di rivivere il passato, ma ho provato a combattere la nostalgia dopo esserne stata schiacciata e non mi piace glorificare la sofferenza. Di certo sono contenta che siano tornati a lavorare insieme, ritrovare il sereno dopo anni di guerra è come quando spunta il sole dopo il diluvio, in quel momento ringrazi gli angeli e gli dei”.

E dopo questa premessa, la figlia di Al Bano ricorda il doloro passato: “Quando i miei si sono lasciati avevo 12 anni e non ho avvertito subito il cambiamento perché continuavano a viaggiare mentre io vivevo a Cellino. Fu una maestra, a scuola, a renderlo vero, a farmi sentire come se fossi ‘diversa’ solo perché i miei genitori si erano lasciati. Nell’Italia di quegli anni il divorzio non era previsto, si sentivano tutti in diritto di giudicare. Il peso del mio cognome l’ho sentito con l’arrivo di Internet, quando ho letto gli insulti di gente che non conoscevo, per il resto ho sempre saputo di dover dividere i miei genitori con gli altri. Un giorno, avevo 16 anni, ero con mio padre a Roma, in un parco. Non lo vedevo da due settimane e volevo parlare con lui, ma le persone continuavano a fermarlo. Lì ho imparato a essere delicata con la vita degli altri”.

Ma lasciati da parte Romina e Al Bano, la sofferenza per la loro separazione, il sapere che non torneranno insieme, Romina parla per la prima volta della sorella Ylenia, scomparsa nel 1993: “Avevo sei anni, i miei genitori portarono me e Cristèl a vivere in Svizzera a casa di amici per un mese e mezzo perché dovevano andare a cercare Ylenia. Ricordo i collage di fotografie che facevamo per dirle ‘bentornata’. Ma non è mai tornata”.

Nella lunga intervista al settimanale Chi, la figlia di Al Bano e Romina parla anche del periodo di crisi che ha vissuto nel 2005, subito dopo la partecipazione all’Isola dei Famosi. “Volevo fare l’attrice – spiega – ma ai provini non mi prendevano, mentre venivo invitata continuamente ai talk show. Mi destabilizzava essere riconosciuta, ma non per quello che sapevo o volevo fare”. ilgiornale.it

Potrebbero interessarti anche...

loading...