Ragazzo in fin di vita: il cane abbaia fino allo sfinimento per chiedere aiuto

loading...

Un meticcio di taglia media ha abbaiato a lungo per avvisare i vicini del malessere del suo padrone

Ha salvato la vita al suo padrone abbaiando per chiedere aiuto. Lo hanno sentito bene anche i vicini di casa, in Via San Faustino a Brescia, che hanno chiamato i carabinieri per capire cosa stesse succedendo. Quando i militari sono sono arrivati sotto casa – sabato mattina – il cane abbaiava forte al primo piano della palazzina in pieno centro, dove le luci erano accese. Ma al citofono non rispondeva nessuno, né tantomeno alla porta.

In quel momento è stata allertata un’ambulanza, e si è cominciato a temere per un’emergenza sanitaria. Così purtroppo è stato: i militari si sono arrampicati sulla grondaia per riuscire ad entrare dalla finestra, che era aperta. All’interno hanno trovato un cane meticcio di taglia media che continuava ad abbaiare come a voler avvisare qualcuno della brutta situazione: il suo padrone, un ragazzo bresciano di 22 anni, giaceva esanime a terra, colto a quanto pare poche ore prima da un improvviso malore.

Privo di sensi, è stato rianimato già dai militari, in attesa dell’arrivo degli operatori sanitari. Respirava a fatica, in forte carenza d’ossigeno, è stato intubato e ricoverato d’urgenza in ospedale. Le sue condizioni sono gravissime: è arrivato al Civile già in coma, adesso è ancora ricoverato nel reparto di Rianimazione e non avrebbe ancora ripreso conoscenza. Dalla cartella clinica è arrivata però una (mezza) buona notizia: il giovane non sarebbe in pericolo di vita, e non avrebbe subìto danni permanenti al cervello.

Qualcuno gli ha salvato la vita: non solo i militari e i medici, ma anche il suo fedele cane, che ha abbaiato fino allo sfinimento per avvisare i vicini del malore del suo padrone. Today

Potrebbero interessarti anche...

loading...