Il marito abusava delle figlie, la moglie pregava: “La religione mi vieta di denunciarlo”

loading...

La donna sapeva ma teneva tutto nascosto perché la religiose le impediva di dire all’esterno quello che accadeva in casa. Ora è sta arresta insieme al marito con l’accusa di per abusi su minori.

Sapeva che il marito abusava continuamente delle figlie minorenni ma invece di denunciarlo alle autorità avrebbe continuato a pregare per tutto il tempo perché dio lo facesse smettere in quanto secondo la sua visione la religione di cui fa parte le vietava di segnalare tutto quello che accadeva in casa. Per questo una donna statunitense di 50 anni, Sarah Kester, è stata arresta con l’accusa di concorso negli abusi sessuali perpetrati dal marito. Dopo essere stata arrestata dalla polizia di Caldwell, nello stato dell’Idaho, la donna infatti ha spiegato agli inquirenti di aver taciuto perché la sua chiesa ha insistito sul fatto che tali questioni dovrebbero rimanere una costa interna alla famiglia e no divulgate ad altri.

La vicenda è venuta a galla solo quando una delle figlie dei due coniugi, che sono membri e seguaci di una chiesa locale, ha chiamato la polizia decidendo di denunciare le violenze subite negli anni passati. Secondo l’ufficio dello sceriffo della contea di Canyon, l’uomo il 48enne Lester Kester, ha ammesso di aver abusato sessualmente delle sue quattro figlie quando avevano tra i 10 e i 12 anni, tra il 2000 e il 2016. La figlia più grande ha detto di aver affrontato la questione con la mamma  già tre anni fa ma lei avrebbe  continuato a non prendere provvedimenti. “I membri di quella credono che ciò che accade nella chiesa e nella famiglia debba rimanere in quell’ambito. Non si deve mai parlare agli estranei di cose che accadono nella chiesa o nella tua casa” hanno spiegato alcuni ex membri della setta religiosa

fanpage

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...