A PROPOSITO DELLA MANOVRA FINANZIARIA

loading...

Manovra, esultano le banche: prelievo sui conti correnti dell’un per mille

Io il dibattito sulla legge di bilancio lo affronterei a grandi linee così:
1- il reddito di cittadinanza va bene, ma la priorità dovrebbe essere un grande piano di assunzioni pubbliche: rispetto agli standard di paesi come Francia o Germania mancano 2,2 milioni di lavoratori.
2- le nostre infrastrutture materiali e immateriali stanno andando a pezzi: da un lato serve un rilancio in grande stile degli investimenti pubblici, dall’altro non possiamo pensare di lasciare ricercatori e insegnanti di ogni ordine e grado precari e sottopagati senza rimetterci tutti.


3- il tempo di lavoro deve essere ridotto, in termini di orario e di anni. Quindi bene quota 100 e quota 41, ma senza alcuna penalizzazione.
4- abbiamo il sistema fiscale più ingiusto del mondo: chi ha poco paga tutto, chi ha troppo evade le tasse. Progressività, patrimoniale e nessun condono.


5- basta con il “warfare”, rilanciamo il welfare, per i bambini, per gli anziani, per la salute di tutte e di tutti.
6- se per fare tutto questo serve portare il deficit al 5%, va bene. Ma tutto, perché altrimenti vuol dire che gli operai pagano il reddito ai disoccupati, mentre i padroni si godono la flat tax e i disonesti incassano la “pace fiscale”, mentre continuano a evadere. E questo invece non va bene per niente.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...