Polistena: donna partorisce ed i medici lasciano le garze nel suo addome

loading...

Stefania significa “corona della vittoria”, ed è il nome che mamma Daniela e papà Antonello hanno dato alla loro bambina, nata l’8 Marzo di quest’anno, proprio nel giorno in cui in tutto il mondo viene celebrata la digura della donna. Quasi un segno del destino per i due genitori, che hanno tanto desiderato e voluto una figlia femmina dopo tre maschi.

Ma la gioia per questo dono si è presto trasformato in una tragedia, e la madre della piccola, Daniela Sgarlata, 43 enne originaria di Palmi, finisce in rianimazione.

Se si sia trattato dell’ennesimo caso di malasanità all’ospedale di Polistena, sarà la magistratura a stabilirlo, dopo la denuncia presentata dalla Sgarlato e dal marito, difesi dall’avvocato Pasquale Aquino.

Questi i fatti. Pochi giorni dopo aver dato alla luce la sua piccola, mamma Daniela inizia ad avvertire forti dolori all’addome, delle fitte che non la lasciavano respirare. La donna chiede consigli al medico curante, il quale le prescrive una terapia per attenuare i dolori.

Dolori che non passano, anzi aumentano; ai primi di Settembre Daniela decide di fare un’ecografia all’addome all’ospedale di Polistena, da dove sarebbe stata dimessa senza alcuna indicazione di sorta da parte dei medici.

I fastidi non accennano a calmarsi ed il 20 Settembre Daniela si fa accompagnare al punto di primo intervento di Palmi, dove i medici che la visitano si accorgono di qualcosa di anomalo, e la invitano ad indagare meglio.

La neo mamma torna in ospedale a Polistena, dove al termine della visita i medici le avrebbero prescritto un clistere per intervenire su un problema all’intestino.

Ma il giorno successivo Daniela è di nuovo a Polistena. Questa volta i medici la sottopongono ad una radiografia e ad una tac con mezzo di contrasto, esami dai quali si evince la prsenza di un corpo estraneo nell’addome.

Daniela viene operata d’urgenza. I medici trovano nel suo addome un ammasso di garze risalenti al giorno del parto.

La zona è totalmente infettata, Daniela viene sottoposta ad una cura a base di antibiotici per tentare di bloccare il propagarsi dell’infezione. Ha febbre alta, ha perso ben 15 chili.

Pochi giorni fa viene operata nuovamente per rimuovere ogni parte infetta. Le viene prelevato un pezzo di intestino, insieme a tre ascessi.

Adesso Daniela è ricoverata in rianimazione all’ospedale di Polistena, i medici la tengono sotto osservazione ed attendono un miglioramento delle sue condizioni di salute affinché possa fare ritorno a casa.

Intanto la Procura di Palmi indaga sul caso di presunta malasanità. Sarebbero 8 le persone iscritte nel registro delle notizie di reato.

Home

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...