Fini, mossa kamikaze. Stavolta lo rifà davvero: con quali uomini ritorna

loading...

1355779096557Una nuova minaccia incombe sulla politica italiana: domani alle 17 l’associazione Liberadestra ha organizzato un convegno a Roma in vista del referendum di ottobre sulla riforma costituzionale. Il nome dell’associazione potrebbe dire poco, ma la memoria dovrebbe tornare se ricordiamo che Liberadestra è l’associazione di Gianfranco Fini, convinto a tornare in politica sull’onda del dibattito, tutto da fare, sul voto previsto per ottobre. “Non sfugge che si tratta di un tema importante – scrive Fini nella lettera di invito che qualche fortunato ha ricevuto, riportata dal Tempo – e destinato a occupare l’agenda politica dei prossimi mesi, che il centrodestra deve affrontare consapevole della rilevanza che esso ha specie dopo la decisione di Renzi di considerarlo un passaggio decisivo addirittura per la sua carriera politica”

Per buona parte dei militanti di destra, scrive Antonio Angeli, Fini era e resterà il “traditore” che ha fatto sbriciolare la destra italiana, per qualche altro è pur sempre quello che ha sdoganato il Movimento sociale italiano, portando fino ai banchi del governo. L’elemento chiaro ai più è l’obiettivo di Fini si è messo in testa con il suo convegno: rifondare la destra italiana. Resta da capire a questo punto con chi: “Forse con Gianni Alemanno – scrive il Tempo – che sta lavorando alla ‘sua’ An, Azione nazionale. C’è chi dice che nel progetto potrebbe esserci anche Francesco Storace, anxche se i più smaliziati sostengono che quello che si è rotto tra i due non c’è colla che lo possa riparare. Certamente – conclude Angeli – tutto a spese della futura mamma Giorgia Meloni, i due non si sono mai potuti vedere. Ma Giorgia un partito ce l’ha. Gianfranco, ancora lo deve trovare”.

Per essere sempre aggiornato, seguici e metti “Mi Piace” sulla nostra pagina Facebook ,  dove saranno redatti i vari  aggiornamenti di questo blog.


http://www.liberoquotidiano.it/sezioni/1/home

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *