Follia anti-Salvini, fango di Chef Kumalè sulla Isoardi: “Lascio il suo show”, delirio

loading...

La prova del cuoco, la denuncia (poi cancellata) dello chef, che abbandona il programma: “Non vuoi ricette straniere”. La replica della Rai: “Nessuna selezioni ‘tematica’. Affermazioni false”

Modi fantasiosi per finire sui giornali ce ne sono tanti. Quello di Chef Kumalè – al secolo Vittorio Castellani – è davvero bislacco. Mixa la politica alla televisione. Dopo anni nelle cucine dei programmi Rai, Castellani dice di voler chiudere i rapporti con La Prova del cuoco per la presunta “svolta sovranista” della trasmissione condotta da Elisa Isoardi, compagna di Matteo Salvini.

“Dopo avermi cercato e voluto, mi hanno detto che la trasmissione preferisce dare spazio al multiregionalismo italiano invece che al multiculturalismo a tavola”, scrive nella sua pagina Facebook, “come se i due contenuti non potessero convivere all’interno della stessa trasmissione. E allora buona fortuna!”.

“L’idea di andare in televisione per raccontare poco più di niente e per fare lo slalom tra termini e definizioni da evitare, ricette fusion e rivisitazioni strampalate, non fa per me”, ha scritto Kumalé, da sempre interessato alle contaminazioni della cucina straniera. Insomma, Kumalè sostiene che alla Prova del Cuoco viga la legge “Prima gli italiani”. Di sicuro, fa non poco sorridere quello che scrive La Repubblica, che riporta la notizia. “Quando gli hanno chiesto di preparare la parmigiana di melanzane con l’aneto, Vittorio Castellani, alias chef Kumalè ha capito che la sua esperienza alla Prova del Cuoco era finita”. Per la serie, una spocchia che nemmeno Carlo Cracco…  liberoquotidiano.it

La nota dell’ufficio stampa di Raiuno

“La Prova del Cuoco è un programma aperto alla conoscenza e alla diffusione televisiva di tutte le cucine del mondo. Dal 10 settembre, data di avvio di questa edizione, sono state presentate molte ricette non tradizionalmente italiane, con piatti e ingredienti dai cinque continenti e continue contaminazioni culinarie (proprio questa mattina – 29 ottobre – viene proposta una parmigiana di melanzane con un accostamento alla ricetta giapponese degli uramaki). I cuochi che partecipano alla trasmissione, arrivati oggi a 40 dai 160 dei casting estivi, sono vagliati attraverso una scelta editoriale che tiene conto di numerosi fattori, tra cui – come in tutti i programmi – la capacità televisiva e scenica, la qualità del racconto e in ultimo il gradimento del pubblico. Non esiste, invece, alcuna selezione o indicazione ‘tematica’ sulla cucina presentata: qualunque affermazione di questo tipo è da considerarsi falsa”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...