Maestra la rimprovera per il ritardo: madre le sputa in faccia

loading...

Ancora un caso limite di una maestra umiliata. Un caso che nei modi e nelle forme non è tollerabile. Una mamma di Saronno è stata ripresa da un’insegnante, solita fare ritardo nel prendere suo figlio a scuola. La maestra non ha potuto neanche permettersi di farglielo notare che si è presa uno sputo in pieno volto.

Un livello inaudito di inciviltà. La campanella era suonata da più di mezz’ora  – ricostruiscono i media locali – quando la donna si è presentata a prendere suo figlio. Ad aspettare il suo arrivo c’era una docente, che dopo un confronto con la dirigenza scolastica, visto che i ritardi stavano diventando un’abitudine, aveva deciso di  dover affrontare il problema.

Il personale scolastico non aveva visto arrivare la mamma dell’alunno. Contattata ripetutamente al cellulare, senza risposta, al suo arrivo trova la maestra che aspettava insieme al figlio. La maestra fa notare la cosa nel tentativo di trovare una soluzione, specificando che «nel caso si fosse presentata nuovamente in grave ritardo a prendere il bambino, la scuola avrebbe dovuto  avvisato la polizia locale». Per tutta risposta la mamma dell’alunno dopo aver insultato la maestra, le ha sputato in faccia.
Incredibile. L’insegnante ha ritenuto inaccettabile una simile reazione e sta pensando di denunciare la mamma del suo allievo. Non è un caso isolato. La delegittimazione degli insegnanti passa anche attraverso reiterati episodi di offese e percosse. Per questo la maestra intende procedere legalmente: da un lato ritenendo che lo sputo in faccia sia un limite non tollerabile, d’altro lato sottolineando  la necessità di «ribadire l’importanza di tutelare il ruolo d’insegnante».  Secolo d’Italia

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...