Fake news o no? Cosa ha detto veramente Dijsselbloem sull’Italia – Video

loading...

Il M5s riprende un video di Pandora Tv che analizza «il senso» di un’intervista dell’ ex presidente dell’Eurogruppo. Ed è subito caos

«Grazie al sano giornalismo del Corriere della Sera: Manovra, così il M5S ha falsificato un’intervista a Dijsselbloem». Così, Jeroen Dijsselbloem, già presidente dell’Eurogruppo, ha ringraziato in un tweet il Corsera per il titolo fatto sulla notizia del M5S Europa che, riprendendo un video di Pandora tv, aveva rilanciato una intervista concessa da Dijsselbloem a Cnbc sostenendo che l’ex presidente dell’Eurogruppo ipotizzasse l’implosione dell’economia italiana, mentre una scritta parlava di «Piano per punire l’Italia». In realtà la voce dell’esponente europeo non si sente nel video di Pandora, sovrastato dall’intervento di una speaker che restituisce il senso delle sue parole in maniera pesantemente fuorviante.

Un video manipolato dal M5s?
Il M5s si è difeso dall’accusa di manipolazione sostenendo di aver «ripreso un video di Pandora tv contenente l’intervista all’ex presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem, corredata da un commento come fosse un editoriale. Quindi il M5s non ha manipolato nessun video, né tantomeno ha pubblicato video manipolati da altri». Nell’intervista originale, concessa a Cnbc lo scorso 18 ottobre, Dijsselbloem di fatto, pur parlando delle difficoltà dell’Italia e definendo la situazione «abbastanza preoccupante», comprendendo quindi le ragioni dei richiami della Commissione Ue al rispetto delle regole, aveva sottolineato le differenze tra Italia e Grecia, escludendo rischi di contagio e precisando come l’economia italiana sia molto più grande di quella greca, con maggiori potenzialità da un lato, ma anche con maggiori difficoltà che in caso di implosione si ripercuoterebbero innanzitutto sull’Italia stessa.

Cos’ha detto (veramente) Jeroen Dijsselbloem
Era il 18 ottobre. La lettera di bocciatura della manovra da parte della Commissione europea non era ancora arrivata e l’ex presidente dell’eurogruppo, ed ex ministro delle Finanze olandese, Jeroen Dijsselbloem era ospite della Cnbc, dove gli veniva chiesto come valutasse la situazione sull’Italia. «È piuttosto preoccupante» risponde Dijsselbloem «sarà uno conflitto e penso che la Commissione europea non abbia scelta se non accettare il conflitto». Ma «non sarà solo per la Commissione, ci dovrà anche essere un ruolo della vigilanza sulle banche, abbiamo già visto le banche calare in Borsa, e un ruolo dei mercati». Specialmente «se guardiamo a quello che serve all’Italia in finanziamenti sul prossimo anno, oltre 250 miliardi di euro per lo stock di debito e i suoi nuovi piani di spesa».

La domanda delle polemiche
Con queste premesse, arriva la domanda sulla cui risposta è stata costruita la polemica. «L’Italia» gli viene chiesto «è la prossima Grecia?». «No è molto diversa» dice Dijsselbloem «siamo in un’altra era. La crisi della Grecia presentava il forte rischio di contagiare il resto dell’area euro e creava molta tensione attorno all’area euro e al suo sistema bancario. L’Italia è molto più grande come economia ma proprio perché è più grande si autofinanzia in misura molto maggiore. La maggior parte del debito pubblico italiano è detenuto da investitori italiani, fondi pensione e banche». «Ci sta un aspetto negativo e un aspetto positivo in questo» ha proseguito l’ex capo dell’Eurogruppo «il lato negativo è che se ci fosse una implosione, se ci fossero problemi, colpirebbero innanzitutto l’economia interna. Il lato positivo è che l’unica strada per uscirne è che l’Italia lo capisca, che lo capiscano i consumatori e gli elettori italiani, a quel punto la correzione inizierà ad arrivare dall’interno».

L’editoriale di Pandora Tv e il video del M5s
Su queste parole, un video rilanciato dal Blog delle Stelle, che poi è stato precisato provenire da Pandora Tv, riporta nell’audio che «Dijsselboem invita apertamente i mercati a lanciare un attacco alle Finanze italiane. Spiegando loro anche come devono fare facendo salire i tassi sui titoli di Stato. Dijsselboem dice che l’unico modo è dare ordine a Draghi di far salire lo spread. Il popolo italiano deve percepire la distruzione dell’economia italiana e il crollo delle banche come una implosione, così si spera che la correzione inizi a venire dall’interno del Paese». Il tutto con il titolo «Ecco il piano per ‘punire’ l’Italia dell’amico del Pd. Dijsselbloem chiedi scusa e dimettiti» (peraltro Dijsselbloem non è più capo dell’Eurogruppo da molto mesi).

La “spiegazione” di Pandora Tv
Giulietto Chiesa, direttore di Pandora Tv, però non ci sta. Non accetta che si parli di fake news: «Il Movimento 5 stelle sul suo sito ufficiale ha pubblicato un nostro commento. Tutti gli economisti usano delle metafore per portare i lettori a interpretare la realtà. Non è una notizia ma un editoriale. Quando abbiamo sentito il signor Dijsselbloem parlare di implosione possibile dell’economia italiana abbiamo ritenuto fosse una dichiarazione importante, data l’importanza del ruolo ricoperta dal personaggio in questione». Quindi «abbiamo interpretato il suo messaggio, come fa ogni giornale». Perché «le metafore sono pronunciate apposta per essere intepretate. E dire che l’Itlaia potrebbe implodere non è una cosa secondaria. Il resto non ci riguarda. Non è questione nostra. Noi abbiamo fatto il nostro lavoro e abbiamo suggerito di stare attenti a quello che dice l’Europa. La caccia all’errore contro il M5s non ci riguarda. Noi non siamo a favore di questo governo e non siamo contro. Analizziamo quello che fa e lo critichiamo per quello che fa e notiamo le cose buone che fa. Sono arrivati al governo spinti da una grande forza popolare, forse confusa. Ma non possiamo scaricare su questo governo le responsabilità di 40 anni che lo precedono. Diamo notizie e facciamo anailsi che siamo legittimati a dare e a fare».  diariodelweb.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...