E Moscovici non molla: “Seguiremo la manovra con molta attenzione”

loading...
Foto Roberto Monaldo / LaPresse 20-09-2015 Roma Politica Trasmissione tv “In mezz’Ora” Nella foto Pierre Moscovici Photo Roberto Monaldo / LaPresse 20-09-2015 Rome (Italy) Tv program “In Mezz’Ora” In the photo Pierre Moscovici

L’Europa fa subito sentire la sua voce dopo l’approvazione della legge di Bilancio. E l’Italia torna nel mirino di Bruxelles

La manovra è diventata legge. Di fatto dopo mesi di trattative con Bruxelles e di aggiustamenti del rapporto deficit/Pil passato dal 2,4 per cento al 2,04, la legge di Bilancio ha ottenuto dal parlamento il semaforo verde.

Loading...
loading...

Le polemiche e le tensioni hanno accompagnato tutto l’iter parlamentare della legge di Bilancio. Di fatto Forza Italia e Pd hanno duramente contestato i provvedimenti del governo. Gli azzurri hanno puntato il dito contro l’aumento dell’Ires, l’incremento della pressione fiscale (almeno 13 miliardi di incassi in più per le casse dello Stato in 3 anni) e soprattutto contro la sforbiciata sulle pensioni. Lo scontro in Parlamento non si chiude qui. I decreti attesi per quota 100 e reddito di cittadinanza di certo accenderanno le tensioni anche nelle prime di settimane di gennaio.

Loading...
loading...

A vigilare ci sarà sempre e comunque l’Europa che ha già fatto sentire la sua voce un minuto dopo l’approvazione della legge di Bilancio in Parlamento. A parlare, su Twitter, è stato il Commissario agli Affari Economici Ue, Pierre Moscovici: “L’Italia ha adottato la legge di bilancio, dopo lunghe discussioni e momenti difficili. Ne seguiremo attentamente l’esecuzione”. Infine ha risposto alle polemiche che in questi giorni hanno coinvolto anche il governo italiano accusato di aver portato in Parlamento una manovra riscritta da Bruxelles: “Ribadisco di nuovo che il dialogo con la Commissione Ue si è concentrato unicamente sul rispetto delle regole comuni, mai sulle misure individuali!”. ilgiornale.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *