Penalisti denunciano il ministro Bonafede per il video su Battisti: chi non doveva esserci nel video - Euroxweb

Penalisti denunciano il ministro Bonafede per il video su Battisti: chi non doveva esserci nel video

In un frame si vede un poliziotto coprirsi il volto per cercare di nascondersi. La Camera penale: “È pura propaganda”

Esposto contro il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede. È l’annuncio della Camera Penale di Roma, secondo cui il video celebrativo per la cattura di Cesare Battisti pubblicato dal ministro della Giustizia grillino su Facebook lo scorso 14 gennaio violerebbe i diritti del detenuto eccellente. Il sindacato dei penalisti chiederà di verificare se il video violi “il divieto di pubblicazione dell’immagine di persona privata della libertà personale ripresa mentre la stessa si trova sottoposta all’uso di manette ai polsi ovvero ad altro mezzo di coercizione fisica” e quella che prevede sanzioni a carico di chi non adotti “le opportune cautele per proteggere i soggetti tradotti dalla curiosità del pubblico e da ogni specie di pubblicità”.

Loading...
loading...

Non solo. Sui social molti accusano Bonafede di aver messo a rischio l’incolumità di un agente, inquadrato “a tradimento”. Il poliziotto accorgendosi della telecamera che lo riprende si copre il volto con una sciarpa e il sospetto è che si trattasse di un agente sotto copertura. La vicepresidente del Senato Anna Rossomando (Pd) ha depositato un’interrogazione al governo chiedendo “se il ministro abbia valutato l’opportunità di diffondere tale video alla luce delle evidenti ragioni di sicurezza e protezione che dovrebbero essere garantite ai poliziotti penitenziari impiegati in un servizio così delicato; se tra gli uomini ripresi vi fossero anche appartenenti al G.O.M., reparto della polizia penitenziaria che svolge il delicato compito della custodia di pericolosi detenuti mafiosi e terroristi; se la pubblicazione del video non abbia esposto poliziotti penitenziari e agenti della polizia a rischi per la loro sicurezza e incolumità”. Il filmato è criticatissimo sia per il tono enfatico usato da Bonafede (“Una giornata che difficilmente dimenticheremo!”, è stato il suo commento) sia per il carattere “amatoriale” del montaggio.

Loading...
loading...

  liberoquotidiano.it/

Potrebbero interessarti anche...