Loading...

Sea Watch, Salvini ai vescovi: ‘Migranti da voi? Poi in giro…’

loading...

Il ministro risponde alla Cei che ha offerto ospitalità per i minori a bordo della nave. Poi avverte: “Pronti per indagine”

Braccio di ferro tra Cei Viminale nel caso Sea Watch. Questa mattina i vescovi hanno lanciato un messaggio chiaro per sbloccare la situazione della nave della ong tedesca Sea Watch ancorata a largo di Siracusa con 47 migranti a bordo.

Loading...
loading...

“Pur condividendo che la risposta a un fenomeno così globale come quello migratorio chiama in causa tutti i Paesi europei, il dramma che si consuma davanti alle nostre coste non può lasciarci in silenzio. La nostra voce – aggiunge Russo – si unisce a quella della Chiesa di Siracusa, come pure di altre Istituzioni, Associazioni e Comunità che si riconoscono impossibilitati a distogliere ulteriormente lo sguardo da queste vittime”, ha affermato mons. Stefano Russo, segretario generale della Cei sottolinenando la disponibilità da parte della Chiesa di opsitare i minori a bordo.

Parole quelle di Monsognor Russo condivise anche don Ivan Maffeis, portavoce della Cei che all’Adnkrons ha affermato: “Non siamo opposizione al governo, siamo fedeli al Vangelo. Stiamo parlando di vittime, non è una questione di fede ma un discorso di umanità. Davanti alle vittime non ci si può girare dall’altra parte. Il Mediterraneo non può trasformarsi in un muro. Ognuno deve fare la propria parte”.

Il ministro degli Interni ha risposto a questa proprosta non muovendosi dalle sue posizioni: “Ne abbiamo visti tanti di ospitati poi a spese degli italiani e di scomparsi in giro per l’Italia. Non c’è un solo motivo al mondo per cui gli immigrati clandestini, tutti maschi, presenti su una nave olandese di una Ong tedesca debbano sbarcare in Italia. Ritengo -insiste il ministro dell’Interno a un gazebo della Lega a Milano- di applicare le leggi, le regole e il buon senso”.

Loading...
loading...

Infine il titolare del Viminale ha puntato il dito contro l’equipaggio della Sea Watch: “Stiamo valutando nelle prossime ore il fatto che si possa salire a bordo per acquisire tutti gli documenti utili per indagare per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina persone che aiutano nei fatti gli scafisti”. ilgiornale.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *