Loading...

E’ la buca più preziosa al mondo ma gli elicotteri non possono sorvolarla: ecco perchè

loading...

1.200 metri di diametro per 525 metri di profondità: queste le dimensioni della buca scavata nella Terra più preziosa del mondo. Si tratta della Mir Mine in Russia, il secondo più grande buco al mondo dopo Bingham Canyon Mine, ed è un’ex miniera di diamanti a cielo aperto situata a Mirny, nella Siberia orientale della Russia. Il prezioso foro è così grande che lo spazio aereo sopra la miniera è chiuso agli elicotteri che non possono sorvolarlo perché il flusso d’aria li risucchia. La Mir Mine infatti è un buco così grande nel terreno che crea spostamenti d’aria tale da trascinare verso il basso gli elicotteri che ci passano sopra, per questo sono vietati.

Loading...
loading...

LA PRODUZIONE DI DIAMANTI

La Miniera di Mirny ha prodotto fino a 10 milioni di carati di diamanti all’anno, nel periodo di sua maggiore attività. La qualità delle gemme provenienti dalla miniera di Mirny era molto alta e la De Beers si vide costretta a comprare sempre un maggior numero di diamanti russi allo scopo di controllare il prezzo di mercato mondiale. E anche se nel tempo sono stati concessi permessi di analisi dello scavo, tali dubbi on sono mai stati dissipati. Dopo infatti il crollo dell’Unione Sovietica nel 1990, la miniera è stato gestita da alcune aziende locali fino alla sua chiusura permanente nel 2004.

LA BUCA PIÙ PREZIOSA AL MONDO

Loading...
loading...

Mirny è una città del nord della Russia che in pochi conoscono, ma che ha contribuito molto a sviluppare il paese così come lo conosciamo oggi. Camminando per le strade di Mirny, una città di 37.000 persone, nessuno direbbe che poggia su uno dei vuoti nel terreno più vasti del mondo. La miniera fu aperta in condizioni climatiche davvero estreme: qui l’inverno è molto rigido e congela il terreno rendendo difficile ogni scavo; in estate invece la terra diventa quasi fango tanto che le costruzioni sono state realizzate su pali in modo da impedire che affondassero.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *