Loading...

Come coltivare le cipolle nell’orto e nel vaso. Terreno leggero, e niente erbe infestanti

loading...

Fondamentali in cucina e un vero e proprio toccasana per la salute. Due ragione che ne fanno una delle colture più antiche a memoria d’uomo. La coltivazione delle cipolle, infatti, è antichissima: risale agli Egizi nel IV millennio a.C. Ma furono i romani a conoscere ed utilizzare le straordinarie proprietà terapeutiche di questa pianta erbacea.

Loading...
loading...

Appartenente alla famiglia delle Liliacee, la cipolla è un prodotto dell’orto ricco di proprietà importanti per la salute e il benessere dell’organismo.PUBBLICITÀinRead invented by Teads

VARIETÀ DELLE CIPOLLE –

Presente in numerose varietà tra cui le più famose sono le cipolle rosse di Tropea, Cannara, Bassano, Barletta, la cipolla dolce e quella Borettana giallo-dorata, si tratta di un alimento contenente vitamine e sali minerali. Diveerse le virtù attribuite alla cipolla: avrebbe infatti qualità antipertensive, antibiotiche e depurative.

Un alimento dalle molteplici proprietà la cipolla, da non farsi mai mancare in casa, meglio ancora se biologica o coltivata in giardino.

COME SI COLTIVANO LE CIPOLLE –

Vediamo allora, passo per passo, come coltivare la cipolla nell’orto:

  • CONDIZIONI CLIMATICHE

La cipolla è un ortaggio che, per crescere bene, predilige  un clima abbastanza mite nonostante sia in grado di resistere anche alle basse temperature. In particolare, ogni giorno, ha bisogno di alcune ore di luce naturale: fate quindi in modo che le piantine siano esposte al sole.

  • TERRENO

È importante che il terreno in cui si sceglie di coltivare le cipolle sia fertile, leggero e ben drenante in modo da evitare i ristagni idrici. Prima di avviare la coltivazione, un paio di mesi prima, è pertanto importante preparare bene il terreno, vangandolo e fertilizzandolo. È sufficiente una vangatura di circa 25-30 cm.

  • QUANDO COLTIVARE LE CIPOLLE

I periodi più indicati per coltivare le cipolle coincidono con la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno o la fine dell’inverno, in base alle diverse zone di coltivazione.

  • SEMINA – TRAPIANTO – MESSA A DIMORA DEI BULBI

Se decidete di coltivare le cipolle a partire dal seme procedete così:

  • Interrate i semi a circa 3-4 cm di profondità;
  • A seconda della varietà di cipolle da coltivare, distanziate i semi di circa 5-15 cm lungo le file e queste ultime dai 10 ai 30 cm l’una dall’altra. Dopo aver interrato i semi, coprite con il terriccio e annaffiate.

Se decidete invece di procedere con il trapianto delle piantine coltivate in semenzaio, è bene tenere in considerazione che queste ultime devono essere estratte nel momento in cui hanno raggiunto un’altezza di circa 15 cm e messe a dimora nel terreno a una profondità di circa 5 cm.

Per la messa a dimora dei bulbi, è importante invece rispettare la distanza di 10-20 centimetri tra l’uno e l’altro, e di circa 30-45 cm fra una fila e l’altra. Si tratta di una modalità di coltivazione che consente di ottenere cipolle fresche in tempi più rapidi rispetto alle altre modalità di coltivazione.

  • IRRIGAZIONE

Le cipolle non hanno bisogno di molta acqua per crescere: è necessario intervenire maggiormente con le annaffiature solo nei periodi di siccità quando il terreno risulta particolarmente asciutto. Da evitare i ristagni idrici che potrebbero far marcire la pianta.

  • SARCHIATURA

Eliminate tutte le erbacce infestanti: aiuterete la pianta a crescere bene.

  • RACCOLTA

Il raccolto delle cipolle avviene in genere circa 3-4 mesi dopo la semina, a seconda della varietà scelta e delle differenti condizioni climatiche. In particolare, potete procedere con la raccolta delle cipolle nel momento in cui lo stelo che fuoriesce dal terreno non risulta secco e ingiallito. Per conservare bene le cipolle, riponetele in cassette di legno e in un luogo fresco e asciutto.

Loading...
loading...
  • COME COLTIVARE LA CIPOLLA IN VASO

La coltivazione in vaso rispetto a quella nell’orto in giardino non è molto consigliabile dal momento che le cipolle richiedono spazio per crescere. In ogni caso, se decidete di optare per questa modalità di coltivazione, utilizzate vaso rettangolari molto lunghi e prevedete solo qualche piantina per ognuno di essi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *