Putin fa annullare dalla Russia il WWW: da novembre la Russia avrà il suo internet “sovrano” - Euroxweb.com
Loading...

Putin fa annullare dalla Russia il WWW: da novembre la Russia avrà il suo internet “sovrano”

È nato l’internet russo. Come riporta l’agenzia russa Tass, il presidente russo Vladimir Putin ha firmato la legge approvata in via definitiva dal Parlamento “per garantire un funzionamento stabile e sicuro di internet” (Runet) qualora il Paese venga disconnesso dall’infrastruttura globale del World Wide Web.

Loading...
loading...

Come spiega l’Agi, secondo quanto previsto dalla legge, il Roskomnadzor, l’agenzia statale che controlla connessioni e comunicazioni, può prendere il controllo di internet e filtrare tutto il traffico on line del Paese, in caso di cyberattacco che possa compromettere l’accesso a internet. Saranno per questo installati sistemi di sorveglianza consegnati gratuitamente dal Cremlino ai fornitori di servizi internet.

Putin inaugura l’internet russo

Secondo la legge, nel caso in cui vi siano minacce a internet sul territorio russo, il Servizio federale per la vigilanza delle comunicazioni, delle tecnologie dell’informazione e dei mass media del governo sarà in grado di “centralizzare le comunicazioni della rete”.

La nuova legge ha come scopo primario quello di “proteggere la Russia dalle restrizioni online straniere” creando ciò un Internet locale “sostenibile, sicuro e pienamente funzionante”. La legislazione entrerà in vigore a novembre, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa Ria-Novosti. Secondo la Cnn, gli attivisti temono che un Internet russo indipendente implichi la creazione di un firewall nazionale in stile cinese al fine di monitorare e censurare i contenuti che entrano ed escono dal paese. Comunque la si pensi in merito, la creazione di un “internet russo” rappresenta però una vera e propria rivoluzione.

Sfuggire al controllo degli Stati Uniti

Le difficili relazioni fra Federazione Russa e Stati Uniti hanno costretto il Cremlino a cercare un’alternativa percorribile all’internet che tutti conosciamo. Obiettivo del governo russo è quello di sfuggire al controllo dell”Icann (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers) , ente di gestione internazionale con sede a Los Angeles che ha l’incarico di assegnare gli indirizzi Ip e d identificatore di protocollo e di gestione del sistema dei nomi a dominio di primo livello.

Loading...
loading...

I deputati che hanno presentato la legge al fine di rafforzare il controllo statale su Internet, inoltre, citano la necessità di rispondere a una strategia di sicurezza informatica nazionale “aggressiva” da parte degli Stati Uniti. Il Ministero delle Comunicazioni russo ha accennato per la prima volta del progetto di creare un internet russo nel 2017, quando ha dichiarato di voler indirizzare il 95% del traffico web del Paese entro il 2020. Il progetto inizialmente costerà 38 milioni di dollari, secondo il Mit Technology Review.

Potrebbero interessarti anche...