Loading...

L’ondata di calore sarà insopportabile: fino a 42°. Tutta la mappa delle città più colpite.

loading...

L’Italia è nella morsa del caldo: nei prossimi giorni saranno raggiunte su tutta la Penisola temperature record, che sfonderanno la soglia dei 40 gradi centigradi al Nord come al Sud.

Loading...
loading...

Attenzione soprattutto da domani, mercoledì 28 giugno, a venerdì 30 giugno, anche se il picco bollente è atteso per la giornata di giovedì.

Una situazione pericolosa, non solo per anziani e bambini, da sempre i soggetti più a rischio in questo situazioni, che ha spinto il Ministero della Salute ha decretare il bollino rosso per ben 6 città. Si tratta di Bolzano, Brescia, Firenze, Perugia, Rieti e Roma. In questi capoluoghi sarà un giorno da livella di allerta 3, il più alto.

Ciò significa che ci saranno particolari condizioni di emergenza con “possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche”.

I picchi storici:

Livello leggermente più basso di allerta (livello 2) in altre 16 città. A Bologna, Bolzano, Brescia, Firenze, Frosinone, Latina, Milano, Napoli, Perugia, Torino, Trieste, Venezia, Verona e Viterbo c’è il bollino arancione, ma anche qui bisogna prestare molta attenzione.

Il caldo africano che sta per arrivare sul nostro Paese non si registrava così forte da almeno 100 anni, neanche dalla famigerata estate del 2003, quando pure i termometri registravano temperature infernali.

Per questo, il ministero della Salute consiglia di evitare l’esposizione diretta al sole tra le ore 11:00 e le 18:00, vale a dire nella fascia oraria in cui suggerisce anche di non svolgere attività fisica intensa all’aria aperta, che sarà letteralmente rovente e irrespirabile.

Loading...
loading...

Tra gli altri suggerimenti ci sono: bere liquidi, seguire un’alimentazione leggera, fare attenzione alla corretta conservazione dei farmaci e utilizzare correttamente il condizionatore.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *