Silvia Romano è viva: la cooperante sarebbe costretta a matrimonio dai rapitori - Euroxweb

Silvia Romano è viva: la cooperante sarebbe costretta a matrimonio dai rapitori

Secondo quanto riportato da ‘Il Giornale’, la cooperante rapita lo scorso novembre in Kenya, sarebbe viva ma costretta a sposare un uomo.

loading...

Lo scorso novembre la cooperante Silvia Romano è stata rapita dalla casa in cui risiedeva in Kenya da un gruppo di uomini. Sin dal primo momento le autorità locali hanno cercato di tranquillizzare media e stampa, facendo capire che si trattava quasi sicuramente di un rapimento finalizzato ad ottenere un riscatto, ma con il passare del tempo la preoccupazione è aumentata. Dopo l’arresto di uno dei presunti rapitori e la diffusione di dettagli sui presunti collaboratori dell’uomo, dal Kenya non sono giunte notizie per mesi.

Il lungo silenzio delle autorità keniote ha convinto quelle italiane a cercare un contatto diretto e ad offrire la propria collaborazione nelle indagini. Ciò nonostante, a quasi un anno di distanza dal rapimento, fino a qualche ora fa non c’erano nuove notizie sulla ragazza.

Loading...

Silvia Romano è viva

A spezzare il muro di silenzio che ormai da troppo tempo avvolgeva le indagini è stato ‘Il Giornale‘. Il quotidiano diretto da Sallusti ha riportato delle informazioni ottenute da fonti appartenenti ai Servizi Segreti italiani. La buona notizia è che Silvia sarebbe ancora viva, quella meno buona è che i rapitori starebbero cercando di farla convertire all’Islam attraverso lavaggio di cervello e di costringerla a contrarre matrimonio. Potrebbe essere che le notizie sul presunto matrimonio siano un tentativo da parte dei rapitori di aumentare il prezzo del riscatto. Il che condurrebbe ad un’altra buona notizia, ovvero che le autorità keniote e quelle italiane sono in contatto con i rapitori e potrebbero presto porre fine all’odissea della cooperante milanese.

Potrebbero interessarti anche...