Aggrediscono i poliziotti e gli aizzano contro i cani: arrestati

loading...

caccccSabato sera, all’interno della stazione ferroviaria di Bari Centrale, la Polizia di Stato ha tratto in arresto due persone, di 35 e 26 anni, per violenza, minaccia, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. I due volevano viaggiare, a bordo di un treno regionale diretto a Foggia, senza titolo di viaggio e con al seguito due cani.

Gli agenti del Reparto Operativo della Polizia Ferroviaria, nell’ambito dell’attività predisposta per contrastare il fenomeno dell’evasione/elusione del titolo di viaggio sui convogli di Trenitalia, hanno effettuato un controllo a bordo dl un treno regionale dove, su segnalazione del Capotreno, hanno individuato due persone, un uomo e una donna, con al seguito due cani privi delle prescrizioni sanitarie relative agli animali e senza museruola. In considerazione del fatto che i due erano anche sprovvisti dei relativi titoli di viaggio per persone ed animali, e che non volevano regolarizzare la loro posizione a bordo del convoglio, sono stati invitati a scendere dallo stesso ma, a tale richiesta, hanno reagito aggredendo gli operatori della Polizia Ferroviaria.

L’aggressione, inizialmente verbale mediante l’utilizzo di frasi oltraggiose, è poi degenerata con la coppia che ha colpito con calci e pugni i poliziotti ed ha aizzato i cani che, nell’immediatezza, hanno azzannato due agenti procurandogli delle lesioni.

I due arrestati hanno tentato di darsi alla fuga ma sono stati immediatamente raggiunti da altri agenti presenti sul posto e tratti in arresto. I due cani, invece, sono stati affidati ad un canile del Capoluogo.

A seguito di tali eventi sono stati intensificati ulteriormente i controlli della Polizia Ferroviaria sui treni del Trasporto regionale e della Passeggeri.

http://questure.poliziadistato.it/Bari


Seguici su Facebook alla Ns. pagina: QUI SI FA L'ITALIA
dove saranno redatte le novità e gli aggiornamenti di questo Blog



E' gradito un Mi Piace e Condividi....grazie

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *