Muore d’anoressia a 19 anni: lo strazio della famiglia

loading...

francesca-foschi

“Francesca stava male, era debole, eppure continuava a correre”, così papà Massimo, 65 anni, parla della morte di sua figlia Francesca Foschi, appena 19enne, uccisa dall’anoressia. Negli ultimi giorni, la giovane, alta 1.74, era arrivata a pesare appena 34 chili. Originaria di Rimini, la ragazza era ricoverata all’ospedale di Riccione, dopo un periodo al centro Gruber di Bologna. Francesca Foschi si era diplomata qualche mese fa con 96, poi si era iscritta alla facoltà di Biologia, all’università di Bologna, ma l’anoressia non le ha dato scampo e il cuore, nonostante l’inserimento di un pacemaker, non ha retto.

“Amate la vita, non gettatela via”, è oggi l’appello di Massimo Foschi, il quale ha ricordato come insieme alla moglie, quando sono iniziati a insorgere i problemi legati all’anoressia della figlia, “non si erano più fermati. Abbiamo tentato di tutto”. Grande il dolore anche di don Mirko Vandi, che conosceva Francesca Foschi, “venuta in parrocchia fino a circa un anno fa. Ha superato molto bene la maturità poi si è iscritta al corso di laurea. Era piuttosto magra anche quando veniva qui, ma mai avrei pensato che il problema fosse di una gravità tale da portarla addirittura alla morte. Sono stato dalla famiglia che è devastata. Io stesso mi sento senza fiato. E’ un dolore indicibile”.

http://www.direttanews.it/


Seguici su Facebook alla Ns. pagina: QUI SI FA L'ITALIA
dove saranno redatte le novità e gli aggiornamenti di questo Blog



E' gradito un Mi Piace e Condividi....grazie

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *