Aggredisce autista del bus: scooterista arrestato in strada

loading...

image

La lite dopo l’ingresso in contromano in via Garibaldi Denti rotti e lesioni alla mandibola per il conducente Ctt

PISA. Il diverbio per una coincidenza diventa scontro. Non solo verbale.

Lo scooterista, albanese di 30 anni, residente a Pisa, si avventa sull’autista della Ctt Nord e lo spedisce in ospedale con alcuni denti rotti e la mandibola ko.

Un assalto che mette insieme violenza di strada e vulnerabilità per chi, ogni giorno, è schierato nella trincea dei mezzi di trasporto pubblici. E che si conclude con l’arresto del 30enne, pregiudicato e senza lavoro, che si scaglia anche contro i carabinieri arrivati a placare la contesa per un’infrazione al codice stradale.

La scena si svolge intorno alle 13 all’inizio di via Santa Marta all’alte. Al volante di un bus della Ctt Nord c’è un autista cinquantenne, residente a Navacchio.

Procede senza affanni in via Garibaldi quando, all’improvviso, uno scooter in contromano gli si para davanti. Il conducente frena in modo brusco ed evita la collisione.

Poi con il clacson sottolinea la scorrettezza dello scooterista. La rabbia per quello che è accaduto sale di botto. I gesti a distanza non sopiscono, ma rinfocolano gli scatti d’ira reciproci. Arrabbiati sì, ma per motivi opposti. E lo scontro diventa fisico quando i due si affrontano. Stando alla ricostruzione dei carabinieri, l’albanese attende l’apertura della portiera per far scendere i passeggeri per salire a bordo e aggredire l’autista. Nessun si mette in mezzo per aiutare il conducente e solo l’arrivo dei militari del nucleo radiomobile interrompe un assalto senza pietà.

Lo straniero colpisce al volto l’autista provocandogli lesioni a denti e mandibola al punto da chiedere l’intervento di un’ambulanza e le cure in ospedale da dove esce nel tardo pomeriggio.

I carabinieri interrompono con fatica l’aggressione evitando anche che l’albanese si scagli contro i presenti come già aveva minacciato prima dell’arrivo della pattuglia.

Uno dei militari, nel bloccare lo scooterista violento, prende alcuni colpi al volto che fanno scattare per l’uomo l’accusa di lesioni e resistenza e violenza a pubblico ufficiale che si traduce in arresto. Stamani ci sarà il processo per direttissima.

«L’autista è stato picchiato duramente – afferma Antonio Mazza delegato Cgil per la Ctt –. L’hanno dovuto portare in ospedale. Si è trattato di un atto di ordinaria follia».

Le liti su bus e Lam sono quotidiane. E, fenomeno denunciato da tempo dai sindacati della Ctt Nord, anche le aggressioni, più o meno ostentate, accompagnano la quotidianità degli autisti, sempre più esposti all’arroganza di passeggeri maleducati e borseggiatori che trasformano i mezzi pubblici in terreni di caccia per rubare. L’ultimo episodio conosciuto risale

a fine dicembre. Un autista a Tirrenia fu aggredito da quattro ragazzi saliti per dirigersi a Livorno. Non volevano pagare il biglietto. Quando il conducente glielo fece notare, la risposta furono i pugni e poi la fuga da vigliacchi.

http://iltirreno.gelocal.it/pisa


Seguici su Facebook alla Ns. pagina: QUI SI FA L'ITALIA
dove saranno redatte le novità e gli aggiornamenti di questo Blog



E' gradito un Mi Piace e Condividi....grazie

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *