Ticket sanitario, arriva l’esenzione: dal 1 luglio cambia tutto e NESSUNO LO SA! LEGGI E PASSAPAROLA!

loading...

download-1-550x370Cambiano le regole per il pagamento del ticket  a decorrere dal 1° luglio. Per avere l’esenzione e l’esatta fascia di reddito meglio verificare la correttezza presso il proprio medio o all’Asl dei dati presenti nel sistema e nel caso i dati non siano corretti autocertificare la fascia di reddito esatta.

 La novità del sistema dematerializzato della sanità, ha portato anche un ulteriore nuova modalità di prescrizione cioè la prescrizione farmaceutica digitale, le Usl potranno essere consultate per avere spiegazioni sulle novità introdotte, ma la fase informativa avrà una scadenza il tutto si svolgerà entro e non oltre il 30 giugno.
 Oggi funziona così: il pagamento del ticket per la spesa dei farmaci o delle visite mediche, può avvenire sia con attestazione della situazione reddituale del medico prescrittore,  rilevabile dal Sistema TS – Tessera Sanitaria, sia con autocertificazione alla prenotazione.
 Dal primo luglio cambierà tutto: la fascia di reddito di appartenenza, data dal Ministero delle Finanze sulla base della dichiarazione dei redditi, comparirà da sola sulla ricetta e non potrà essere modificata o inserita nuovamente dal medico curante.
 La verifica dei dati di ciascuno è necessaria proprio perchè dopo tale data qualora un assistito non sia presente nel Sistema TS, o gli sia attribuita una condizione economica errata, non potrà essere modificata dal medico.
 Così ogni qualvolta si dovrà effettuare una prenotazione si dovrà autocertificare allo sportello del Cup oppure online, o per fax all’Asl o Usl con la compilazione e invio di un apposito modello regionale.
 Le informazioni nel Sistema TS riguardanti la fascia di reddito e l’esenzione vengono aggiornate ogni anno.
 Non dovranno presentare l’autocertificazione gli esenti totali per reddito, né chi ha un reddito complessivo superiore a 100mila euro perchè soggetti a cui spetta pagare il ticket nella quota massima.
 Le categorie di cittadini e le rispettive esenzioni sono le seguenti:
 * codice di esenzione E01 i soggetti con meno di 6 anni o più di 65 anni con reddito familiare sotto i 36.151,98euro.
 * codice di esenzione E02 Disoccupati,  inclusi i  familiari a carico, con reddito familiare sotto gli 8.263,31 euro, aumentato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e ancora maggiorato di 516 euro per ogni figlio a carico.
 * codice di esenzione E03 per i fruitori dell’ex pensione sociale e i familiari a carico.
 * codice di esenzione E04 per i fruitori di pensione minima, con più di 60 anni inclusi familiari a carico, che percepiscono un reddito familiare sotto 8.263,31 euro, aumentato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e ancora maggiorato di 516 euro per ogni figlio a carico.
Tre diversi codici che riuniscono le fasce di reddito:
  • R1 da zero fino a 36151,98 euro;
  • R2 da 36151,99 fino a 70mila euro;
  • R3 da 70001 fino a 100mila euro;
  • sopra i 100 mila euro la quota massima nessun codice.

Alcune Regioni come l’Umbria han messo a disposizioni numeri di telefono ad altre si può chiedere o hanno attività altri servizi ma basta chiedere al proprio medico per sapere come procedere.

Fonte


Seguici su Facebook alla Ns. pagina: QUI SI FA L'ITALIA
dove saranno redatte le novità e gli aggiornamenti di questo Blog



E' gradito un Mi Piace e Condividi....grazie

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *