Attenzione alle mele, quando sono troppo”brillanti” non acquistatele!Ecco perchè.VIDEO SHOCK!

loading...

mele-brillanti-mela-cera-571x330Bisogna fare attenzione alle mele quando ci troviamo nei supermercati o dai fruttivendoli. Non bisogna badare assolutamente all’estetica.Ecco perchè.IL VIDEO

Spesso ci troviamo di fronte a mele bellissime, di una lucentezza mai vista, che risaltano a tal punto da indurci all’ acquisto, facendoci cadere nella trappola dell’ estetica.
In molti casi davvero l’estetica non conta, è un arma a doppio taglio che ci porta in tavola prodotti trattati chimicamente ed in molti casi tossici.

Nel caso delle mele, L’ effetto lucido che piace tanto ai consumatori proviene in realtà da una sottile pellicola di cera tossica: la Morfolina.
La morfolina è una sostanza additiva per la cera lucidante delle mele ed è in conflitto con le norme di sicurezza alimentare dell’Unione Europea, ma nonostante ciò, molti prodotti importati dall’ estero sono lucidati a base di morfolina, soprattutto quelli provenienti da Canada, Stati Uniti e America Latina, dove questa sostanza è addirittura legale.

Una mela che non è nata dall’agricoltura biologica subisce in media 36 trattamenti chimici e anche fino a 43 trattamenti in alcune regioni! (Studio I.N.R.A Ecophyto R & D gennaio 2009)

Va notato che la morfolina è stata trovata in agrumi importati in Europa, ma anche utilizzata da paesi europei, tuttavia, a differenza di mele, la FSA non ha raccomandato il suo allontanamento perché la buccia negli agrumi deve essere rimossa necessariamente per il consumo a differenza della buccia di mele, la quale viene spesso ingerita.
Quindi è sempre meglio sbucciare la mela prima di ingerirla, oppure, se vi piace la mela con tutta la buccia, provate a verificare se è stata trattata con cera,come dimostrato nel video seguente, e se ottenete lo stesso risultato non ingeritela!

Raschia la buccia di una mela con un coltello o versa acqua calda su una mela, quello che succede alla buccia è incredibile!!

 

 

FONTE QUI

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *