“Ora mi armo, faccio una guerra”. La tremenda minaccia del carabiniere che uccise Carlo Giuliani

loading...

1469181728391_1469196581.jpg-L’anniversario della morte di Carlo Giuliani, il ragazzo ucciso durante gli scontri del tristemente famoso G8 di Genova (20 luglio 2001), ha provocato inMario Placanica, il carabiniere accusato della sua morte, un momento di dolore e rabbia. Rabbia che ha sfogato sulla sua pagina Facebook, dove in un commento ha affermato che, se le vessazioni e le angherie nei suoi confronti non cesseranno, prenderà seri provvedimenti.

“Non sai quanto danni mi hanno fatto, mi fanno deridere dalla gente per suicidarmi, hanno rovinato la mia famiglia, il mio matrimonio, dopo che quella stronza della mia ex parlava di nascosto con la senatrice, e sono stati loro a farmi passare per pedofilo ,e me lo volevano pure fare amputare, per cortesia prendete provvedimenti, o mi armo“. Parole forti che mostrano lo sconforto dell’ex carabiniere. “Ho già chi mi può rifornire, mi prendo i nomi e le date di nascita dei 25 no global che mi hanno attaccato, non so che guerra sono capace di fare“.

 

FONTE QUI

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *