GERMANIA: UOMINI MUSULMANI AL GRIDO DI ‘ALLAHU AKBAR’ HANNO INSULTATO LE DONNE CHIAMANDOLE “TROIE” “INFEDELI”. È SUCCESSO IN UNA PISCINA ALL’APERTO PER NUDISTI E. MA SE IL NUDO LI OFFENDE, CHE CI SONO ANDATI A FARE?

loading...

germania-uomini-musulmani-550x367Germania: Se le donne offendono i loro occhi, da buoni musulmani, che si strappino gli occhi. Questo è il nostro modo di vivere, questa è la nostra cultura e come diciamo sempre, possono usufruire di un nostro grande diritto, la libertà! Sono liberi di tornare al loro paese dove le donne sono sottomesse agli uomini, e non godono dei più normali diritti!

Germania, un gruppo di uomini musulmani sono entrati in una piscina all’aperto per nudisti, ed hanno lanciato insulti rivolti alle donne, affermando che i loro corpi nudi li offendevano, ed hanno minacciato di eliminarle al grido di “Allahu Akbar”.

Testimoni hanno riferito che i trogloditi musulmani, che erano andati a farsi gli occhi tra i nudisti, le hanno insultate chiamandole “troie” e “infedeli”. La domanda sorge spontanea: che cavolo erano andati a fare in un posto che li offendeva?

Una delle vittima ha riferito: “Hanno detto che le donne sono tutte troie e che ci avrebbero eliminate, dimostrandoci tutto il loro disprezzo, sembravano potenzialmente aggressivi, ed è stato spaventoso.”.

Gli uomini, che avevano tutti “barbe folte”, sono entrati dopo che già il giorno precedente era stato loro chiesto di andarsene, secondo Lisa-Marie Theunissen dipendente della struttura.

Secondo i media locali di Geldern, questi uomini non erano richiedenti asilo, in quanto parlavano correntemente il tedesco. Facevano quindi parte di quella moltitudine di persone immigrate regolari che dovrebbero integrarsi con gli usi e costumi del popolo che li ospita. Forse vista l’età, 20 e 25 anni, erano nati e cresciuti nella culturalmente progredita Germania.

Ora la polizia sta indagando per identificare i colpevoli di questo blitz, attraverso i filmati CCTV e le testimonianze, e sperano di poterli identificare quanto prima.

L’episodio ha molto scosso la Germania e la vicina Austria, anche per i numerosi casi di attacchi sessuali commessi quest’anno verso donne e bambine dai musulmani nelle piscine.

In molte città, tra Monaco di Baviera e Berlino, sono stati prodotti cartoni animati in varie lingue per istruire gli uomini musulmani su come devono comportarsi quando si recano nelle piscine. Una specie di guida al galateo, perché a quanto pare le buone maniere non sanno cosa sono, che spiega loro che nelle piscine si deve indossare il costume da bagno e non la biancheria intima, cosa questa che potrebbe offendere noi donne, e soprattutto di non toccare le donne e le bambine.

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *