COME RIDURRE LA PRESSIONE ARTERIOSA IN 5 MINUTI

loading...

collo-di-una-donna-misurazione-della-pressione-globuli-rossi-500x232La pressione arteriosa alta, se non viene tenuta sotto controllo, può essere un problema di salute molto grave che mette a rischio la vita di chi ne soffre.

Conosciuta anche come ipertensione o “assassino silenzioso” è una delle malattie cardiovascolari più diffuse al mondo e che colpisce milioni di persone.

Il problema più grande riguarda la mancata scoperta della malattia che può renderne difficile il trattamento incrementando il rischio di attacchi cardiaci, problemi cerebrovascolari e altre patologie gravi. 

Per questo motivo è di vitale importanza informarsi al riguardo e conoscere le giuste precauzioni per ridurre la pressione arteriosa.

Cos’è la pressione arteriosa?

sfigmoscopio pressione arteriosa

La pressione arteriosa è quella forza che si produce quando il cuore pompa il sangue agli organi attraverso una rete di arterie, vene e capillari.

In un adulto la pressione si considera a livelli normali quando misura 120 mm Hg praticando attività fisica e 80 mm Hg quando il corpo è a riposo.

Si considera alta quando la massima supera i 140 mm Hg e la minima i 90 mm Hg.

Questa condizione è la conseguenza di un restringimento di alcune arterie chiamate arteriole, la cui funzione è quella di regolare il flusso sanguigno nell’organismo.  

Se queste si contraggono, il cuore deve sforzarsi di più per pompare il sangue e questo genera un aumento della pressione.

Ciò che più preoccupa è il fatto che non si presenta con sintomi evidenti, aumentando il rischio di malattie più gravi.

Solo in alcuni casi si notano palpitazioni alla testa e al petto, nausea, stanchezza ed altri sintomi che fungono da campanello d’allarme.

Quali sono le cause della pressione arteriosa alta?

Fino ad oggi non si conoscono le cause certe dell’aumento della pressione sanguigna; senza dubbio esistono vari fattori che potrebbero influire nella sua comparsa. Ne elenchiamo alcuni tra i più importanti:

  • Avere precedenti in famiglia di casi di ipertensione.
  • Avere più di 60 anni.
  • Essere sottoposti ad alti livelli di stress, ira e ostilità.
  • Soffrire di sovrappeso o obesità.
  • Avere il vizio del fumo.
  • Seguire un’alimentazione ricca di grassi saturi.
  • Eccedere nel consumo di bevande alcoliche.
  • Assumere alimenti ricchi di sodio.
  • Condurre una vita sedentaria.
  • Soffrire di diabete.

Cosa potete fare per ridurre la pressione sanguigna?

salmone-verdure-gamberetti pressione arteriosa

Per prevenire e tenere sotto controlla la pressione arteriosa alta, è importante sottoporsi a continui controlli medici al fine di verificarne i livelli. 

Se effettivamente è alta, bisogna modificare del tutto il proprio stile di vita in modo da stabilizzarla:

  • Incrementare il consumo di frutta e verdura.
  • Limitare il consumo di sale.
  • Realizzare almeno 30 minuti di esercizio fisico al giorno.
  • Bere tisane e succhi naturali.
  • Evitare gli alimenti processati e ricchi di grassi.
  • Assumere alimenti ricchi di omega 3.
  • Perdere peso.
  • Evitare alcol e fumo.
  • Praticare alcune tecniche di rilassamento.

In aggiunta a tutte queste sane pratiche, potete anche tenere in considerazione unantico metodo cinese che riduce la pressione sanguigna in 5 minuti.

Qual è il tradizionale metodo cinese per ridurre la pressione sanguigna?

collo di donna pressione arteriosa

I tradizionali metodi cinesi si basano sulle connessioni energetiche che partono dai vari punti di pressione nel corpo fino agli altri organi.

Questa pratica consiste nel fare un po’ di pressione in tre punti specifici per diminuire la pressione arteriosa in pochi minuti. 

La linea che va dal punto 1 al punto 2

  • Dal punto 1 al punto 2 si forma una linea che va dalla parte posteriore del lobo dell’orecchio fino alla clavicola.
  • Questo breve tratto deve essere sottoposto ad una lieve pressione utilizzando i polpastrelli delle dita.
  • Praticate lo stesso movimento 10 volte per ogni lato del collo, più o meno per tre minuti.

Punto 3

  • Dopo aver fatto pressione sulla linea che va dal punto 1 al punto 2, portate il polpastrello delle dita nel punto che si trova a mezzo centimetro dal lobo dell’orecchio in direzione della narice.
  • Poi praticate una leggera pressione con un massaggio di circa un minuto per ogni lato.

Questa pratica risulta molto efficace soprattutto quanto la pressione aumenta a causa dello stress o di altri fattori emotivi.

Ciò nonostante, è importante chiarire che i suoi effetti possono variare a seconda della persona e non sostituiscono la terapia prescritta dal medico.

http://viverepiusani.it/

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *