Il tunisino arrestato: “Starò sempre con l’Isis” Il gip lo scagiona: “Non è un terrorista”

loading...

1425043598472.jpg-il_tunisino_arrestato___staro_sempre_con_l_isis__ma_per_il_giudice_non_e_terrorismo

Il tunisino Mohamed Khemiri, di 41 anni arrestato San Marcellino in provincia di Caserta aveva giurato fedeltà all’Isis e invitato ad uccidere Barak Obama, aveva esultato per l’ attentato a Tel Aviv. I pm della procura di Santa Maria Capua Vetere hanno chiesto il suo arresto per terrorismo e per aver procurato documenti falsi, agli immigrati. Ma il gip ha convalidato l’arresto solo per la seconda accusa non per il terrorismo. Ill pm Luigi Alberto Cannavale ha hiesto l’ arresto di Khemiri, ritenendo che nelle intercettazioni, oltre che sul web, abbia dimostrato di essere “un soggetto estremamente pericoloso, in grado di adempiere perfettamente al suo compito di rilancio della propaganda jihadista”

La decisione – Ma come scrive Repubblica, il giudice Alessandra Ferrigno ha bocciato l’ istanza perché, scrive, “comunicare in rete con taluni soggetti, commentare con qualche interlocutore in casa o in auto il contenuto di un canto, di un verso coranico o di un atto terroristico risulta al di sotto della soglia del proselitismo, della vera e propria propaganda. È una condivisione ideologica, pericolosa, ma non idonea a integrare estremi di reato. Altrimenti – sottolinea il gip – dovrebbe giungersi alla conclusione che sarebbe incriminabile sempre chiunque esprima esaltazione e condivisione di ogni attività delittuosa e di ogni progetto terroristico

http://www.liberoquotidiano.it/

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *