Una gigantesca nube di gas punta verso di noi a 700.000 miglia all’ora

loading...

w5ng6n46Una nube invisibile di gas sta puntando verso la Via Lattea a 700.000 miglia all’ora. Ma non preoccupatevi: ci vorranno circa 30 milioni di anni per arrivare qui.

Si tratta di un caso di “ciò che sale deve scendere”, secondo gli astronomi del telescopio spaziale Hubble che dicono che la nube probabilmente ha avuto origine nella nostra galassia e sta tornando indietro come un boomeranging. Quando rientrerà, prevedono gli astronomi, ci sarà “una spettacolare esplosione di formazione stellare, che probabilmente rilascerà abbastanza gas per formare 2 milioni di soli”.

 

Gli astronomi sono a conoscenza di molte nubi spaziali, ma la Smith Nube è unica perché la sua traiettoria è ben noto.

“La nube è un esempio di come la galassia stiaa cambiando con il tempo”, ha detto Andrew Fox dello Space Telescope Science Institute di Baltimora, nel Maryland. “Ci sta dicendo che la Via Lattea è un ribollimento, un luogo molto attivo in cui il gas può essere buttato fuori di una parte e tornare indietro verso il basso da un’altra”.

Lo studente di dottorato di astronomia Gail Smith ha scoperto la Smith Nube nel 1960. I ricercatori credono che sia di 11.000 anni luce di lunghezza e 2.500 anni luce di diametro. Fox e il suo team ha recentemente usato il telescopio spaziale Hubble per conoscere la composizione chimica del nuvola e l’origine.

Secondo Hubblesite.org:

Gli astronomi hanno scoperto che la Smith Cloud è come un disco esterno della Via Lattea ricca di zolfo, una regione a circa 40.000 anni luce dal centro della galassia (circa 15.000 anni luce più lontano del nostro Sole e del sistema solare). Ciò significa che la Smith Nube è stata arricchita da materiale dalle stelle. Questo non sarebbe accaduto se fosse idrogeno incontaminato al di fuori della galassia, o se fosse il residuo di una galassia fallita priva di stelle. Invece, la nube sembra essere stata espulsa dalla all’interno della Via Lattea e sta tornando indietro come un boomerang.

Seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook ,  pubblicheremo al più presto tutti gli aggiornamenti in merito

http://www.huffingtonpost.it/italy

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *