LORENZIN, LA MAMMA DEI CRETINI SEMPRE PIU FERTILE!

loading...

95343_omniroma_image__0009_240513u204472410370ge60x60-550x367La Lorenzin con il suo Fertility day ci ha comunque dato una grande conferma: la mamma dei cretini è sempre la più fertile!!!

La Lorenzin con il suo Fertility day ci ha comunque dato una grande conferma: la mamma dei cretini è sempre la più fertile!!!

Tasso di disoccupazione giovanile che sfiora il 40% (il 60% al sud), ma il ministro invita a fare figli!!

È idiota? Ci prende per il culo?

Qualcuno le spieghi che, per coerenza, prima di proporre il Fertility day andrebbero organizzati lo Stato Sociale day, l’Asilo Nido day e lo Stipendio Decente day.

Ma che volete che ne sappia di coerenza la Lorenzin, una che invita i giovani a procreare, ma che ha avuto il primo figlio a 43 anni. Mancano solo gli appelli di Bertone alla povertà e di Berlusconi alla castità!!

Ma verrà il giorno che quest’idiota dovrà cercarsi un lavoro vero…

Un pensiero in proposito di Paola Taverna

Oggi non può non strapparmi un sorriso leggere che il ministro pensa al fertility day.

Proprio nel giorno in cui la disoccupazione giovanile sale di due punti, ci venite a rappresentare le donne come prodotti con la data di scadenza che devono affrettarsi a sfornare bimbi? Tornate con i piedi per terra!

Le donne, prima di mettere al mondo un figlio, devono fare i conti con uno Stato che se ne frega delle famiglie e dei bambini.

Uno Stato che privatizza la scuola pubblica, che non offre asili nido gratuiti, che costringe i lavoratori al precariato permanente dei voucher e dei finti contratti “indeterminati”.

Uno Stato che con la “buona scuola” separa le insegnanti dai figli con destinazioni ai confini della realtà. Uno Stato che privatizza la Sanità, che ti consiglia un’ecografia morfologica al quinto mese, ma poi se provi a prenotarla te la danno che tuo figlio ha 5 anni. Uno Stato che, invece di aiutare i nuovi italiani a nascere, sta aiutando i vecchi italiani a morire.

Gentile ministro, il vostro fertility day dovreste ribattezzarlo hypocrisy day. Quella è l’unica dicitura che non vi verrebbe tacciata come milionesima bugia.

Il giorno in cui non dovremo più confrontarci con voi non arriverà mai abbastanza presto.

P.S.
Dal 18 giugno 2014 giace in Senato la nostra mozione di sfiducia e il 17 marzo scorso, il ministro della Salute rispose a una mia interrogazione su un atto di bullismo istituzionale.

Volevano scippare i soldi da me ottenuti nelle precedenti leggi di Stabilità per affossare il ddl sugli screening neonatali. Preferivano fare un dispetto al M5S, piuttosto che salvare la vita dei bambini.

Acqua passata: ora gli screening sono legge grazie alla testardaggine della sottoscritta e all’immenso aiuto delle associazioni malati rari

http://italianosveglia.com/index.html

Potrebbero interessarti anche...

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *